cerca CERCA
Sabato 27 Febbraio 2021
Aggiornato: 15:50
Temi caldi

Mondo Rai/ Appuntamenti e Novità

25 gennaio 2021 | 20.56
LETTURA: 9 minuti

alternate text
(Fotogramma)
Roma, 25 gen. (Adnkronos)

È Donatella Rettore l’ospite di Pierluigi Diaco nell’appuntamento con "Ti sento", il nuovo programma di Rai2 in onda martedì 26 gennaio alle 23.45. Pierluigi Diaco e la sua ospite saranno coinvolti in una esperienza “sonora” dai risvolti imprevedibili, in cui l’ascolto, l’emotività, il ricordo, si faranno racconto. Un percorso di dieci frammenti sonori, disseminato di storie, personaggi, voci, figure, ricordi ed emozioni a tutti familiari e riconoscibili che spazierà dalla storia personale di Donatella Rettore all’attualità, dal costume alla società, dallo spettacolo alla musica. Uno dei brani musicali in scaletta sarà scelto preventivamente da Pierluigi Diaco e riguarderà una canzone per lui particolarmente significativa e adatta alla personalità della sua ospite: “Sally” di Vasco Rossi. Dopo il successo della puntata di esordio della nuova stagione, secondo appuntamento con “Stasera tutto è possibile”, martedì 26 gennaio alle 21.20 sempre su Rai2. Il comedy show condotto da Stefano De Martino dedica la puntata al tema “kids”. Ospiti: Biagio Izzo, Francesco Paolantoni e Vincenzo De Lucia, che proporrà l’imitazione di Mara Venier. Poi Max Giusti, Sergio Friscia, Jonathan Kashanian, Arteteca, Lucia Gravante, la sorvegliante de “Il Collegio”, e Jenny De Nucci. Con loro l’immancabile mascotte, il Panda, "animato" dal ballerino Egon Polzone. Tutti si metteranno in gioco, cimentandosi in diverse prove, a partire dalla celebre Stanza Inclinata, vera e propria icona del programma con il suo pavimento obliquo di 22,5 gradi. Tra gli altri giochi della puntata: Segui il labiale, Serenata STEP, Stammi dietro dance, Speed quiz, Do re mi fa male, Spot tarok, Grande brivido, Cover STEP, Decollo immediato, Dental STEP, Mimo senza fili. Come sempre, sarà possibile commentare il programma sui social usando l’hashtag #staseratuttoepossibile.

Alla fine della Grande Guerra gli Stati Uniti diventano a pieno titolo una potenza politica ed economica a livello mondiale. Sono gli anni delle presidenze che vanno da Warren Harding fino a Herbert Hoover, gli anni Ruggenti, che si interrompono bruscamente a causa della crisi economica del 1929. Lo racconta Lucia Annunziata in “E pluribus unum. Storia dei presidenti americani” in onda martedì 26 gennaio alle 22.10 su Rai Storia. Sarà il presidente successivo, Franklin Delano Roosevelt, a portare l’America fuori dalla crisi economica, ma anche a rompere il tradizionale isolazionismo entrando nel secondo conflitto mondiale per sconfiggere i nazisti. Conclusa e vinta la guerra, gli Stati Uniti diventano la prima potenza economica e militare. Da quel momento il presidente degli Stati Uniti diventa sempre più decisivo nelle scelte politiche e economiche a livello globale e comandante in capo per vincere le sfide lanciate dall’Unione sovietica. Un braccio di ferro, chiamato Guerra fredda che va da Harry Truman fino a Ronald Reagan, che definiva l’Unione Sovietica l’impero del male; da Eisenhower fino a Nixon, per sconfiggere le forze comuniste in Corea e Vietnam. Dalla caduta del muro di Berlino nel 1989 e la dissoluzione dell’Unione Sovietica, gli Stati Uniti si ritrovano a essere la prima e unica potenza mondiale senza un vero avversario. Lo scacchiere geopolitico, fino a quel momento regolato dalla guerra fredda e dallo scontro tra America e Unione Sovietica, si destabilizza, come in Iraq, dove nel 1991 George H. Bush decide di intervenire contro Saddam Hussein nella prima guerra del golfo. Dopo gli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001, il presidente George W. Bush conduce una lotta contro il terrorismo di matrice islamica che lo porterà in guerra contro l’Afghanistan e l’Iraq, portando a una destabilizzazione dell’intero Medioriente che coinvolgerà anche le presidenze dei suoi successori.

Per rendere omaggio alla documentarista Cecilia Mangini, pioniera del cinema del reale in Italia e appena scomparsa, Rai Cultura propone “In viaggio con Cecilia”, in onda martedì 26 gennaio alle 23.00 su Rai Storia. E’ un ritorno al 2013, quando la Mangini era tornata dietro e davanti alla macchina da presa a distanza di quasi 40 anni dalla sua ultima regia. Ad accompagnarla è Mariangela Barbanente, in un film on the road alla scoperta di come fosse cambiata la Puglia, terra che le accomunava e tema centrale dei documentari realizzati da Cecilia Mangini negli anni ’60. Il film intreccia epoche e luoghi, gli archivi visivi dialogano col presente indagando un luogo nella sua continuità. In quella stessa estate un giudice ammette che Taranto è una città in ostaggio dell’inquinamento che prodotto dall’acciaieria Ilva, oggi ArcelorMittal, e ordina l’arresto del proprietario, Emilio Riva. Il viaggio diventa così l’occasione per confrontarsi con domande che Cecilia Mangini aveva posto al centro della sua ricerca: come guardare all’industria che riscatta una terra, che la traina fuori dalla sua dimensione arcaica, ma ponendola in un presente crudele e contraddittorio? Le riposte non possono che essere cercate nelle persone incontrate: prospettive personali ed uniche su un tema collettivo che sembra destinato a mettere tutto in

su Rai3 il ricordo della beata Edith Stein, su Rai5 omaggio a 'Tintoretto', a Elisir si parla di depressione

Edith Stein: un personaggio femminile di grande temperamento. Nata nel 1891 a Breslavia, in Germania, da una famiglia ebrea atea, si fa, da subito, paladina dei diritti delle donne e dei più deboli. A “Passato e Presente”, in onda martedì 26 gennaio alle 13.15 su Rai3 e alle 20.30 su Rai Storia, il professor Emilio Gentile e Paolo Mieli ne ripercorrono la vita. Già allieva del filosofo Edmund Husserl, a Gottinga, durante la Grande Guerra parte come infermiera volontaria per il fronte e al ritorno, a soli 25 anni, diventa assistente del maestro, unica donna in un mondo accademico tutto al maschile. Il suo percorso di conoscenza è segnato da due passaggi decisivi: nel 1921 si converte alla religione cattolica e, tredici anni dopo, prende i voti nell’ordine delle carmelitane e diventa suora con il nome di Teresa Benedetta della Croce. Brillante studiosa, Edith Stein, continua a battersi contro le persecuzioni subite dagli ebrei in Germania. Ne rimane vittima ella stessa, il 9 agosto 1942, nelle camere a gas di Auschwitz. Dichiarata beata nel 1987, Edith Stein è stata proclamata santa l’11 ottobre 1998.

Tintoretto, il grande artefice del Rinascimento italiano, ha segnato in maniera profonda il volto artistico di Venezia. Pittore irrequieto, era capace di sbalordire i suoi committenti con trovate sorprendenti, anche grazie alla gran velocità con cui eseguiva le sue opere. A lui è dedicato il documentario di Erminio Perocco “Tintoretto, il primo regista” in onda martedì 26 gennaio alle 19.30 su Rai5. Il filmato ripercorre la biografia dell’artista e descrive le innovazioni tecniche della sua pittura che hanno esercitato un’influenza profonda e costante sulla storia dell’arte, e lasciato tracce tangibili nelle opere di artisti come Peter Paul Rubens, El Greco, Max Beckmann e Jackson Pollock. Paul Cezanne, a nome di tutti, lo ha definito l’idolo della pittura: “La sua opera è immensa, include ogni cosa dalla natura morta fino a Dio. È un enorme arca di Noè; io mi sarei trasferito a Venezia soltanto per lui!”. Il documentario non lascia dubbi sulla modernità̀ del Tintoretto, sulla audacia delle sue pennellate, sulla complessità delle storie narrate nei suoi quadri giganteschi, sulle sue strategie che oggi definiremmo da marketing. Con la regia di Erminio Perocco, fotografia di Giovanni Andreotta, musiche di Teho Teardo, prodotto da Kublai Film.

La depressione: una patologia che è comune a tutte le fasce d’età. Come affrontarla? Si può guarire? A queste e ad altre domande, anche del pubblico a casa, risponde il professor Alberto Siracusano, psichiatra al Policlinico universitario di Tor Vergata Roma, ospite di Michele Mirabella e Benedetta Rinaldi a "Elisir", il programma di medicina in onda martedì 26 gennaio alle 11 su Rai3. Nella seconda parte della puntata si parlerà di glicemia: quali sono i valori giusti entro cui deve mantenersi, per stare in salute? In collegamento da Napoli il professor Gabriele Riccardi, diabetologo dell’Università Federico II di Napoli, chiarisce tutti i dubbi. Per lo spazio nutrizione, tutti i consigli su come preparare un buon brodo vegetale, di carne o di pesce. A intervenire, Maria Grazia Carbonelli, direttrice di dietologia dell’ospedale San Camillo di Roma. Infine, continuerà la campagna #mivaccinoperché con cui “Elisir “vuole dare un sostegno alla campagna vaccinale contro il Covid-19. Medici, volti di Rai3 e altri personaggi, in un breve video, spiegheranno il motivo per cui hanno deciso di vaccinarsi.

Ad Agorà 'la crisi di governo', a Wonderland l'ospite è Pascal Laugier, su Radio3 'tensioni Grecia -Turchia'

La crisi di governo, la mappa dei contagi e il ritardo nella fornitura dei vaccini saranno i temi di Agorà, in onda martedì 26 gennaio dalle 8 su Rai3. Nella puntata tutti gli aggiornamenti in diretta, con gli esperti e collegamenti in Italia e all'estero. Tra gli ospiti di Luisella Costamagna: Giovanni Toti, presidente della Regione Liguria; Nicola Fratoianni, vicepresidente Commissione Cultura della Camera - Sinistra Italiana Leu; Fabio Massimo Castaldo, vicepresidente del Parlamento Europeo M5S; Massimo Garavaglia, Lega; Claudia Fusani, Tiscali.it; Virman Cusenza, giornalista e scrittore; Fabrizio Rondolino, giornalista; Rita Cavallo, quirinalista Rai; Stefano Vella, infettivologo Università Cattolica del Sacro Cuore - ex Presidente Aifa.

Ha esordito nel mondo del cinema nella seconda metà degli anni ’90 come assistente di Christoph Gans ma ha diretto il suo primo lungometraggio nel 2004, la ghost story Saint Ange: è Pascal Laugier, uno dei più amati e discussi talenti dell’attuale panorama cinematografico horror, l’ospite della puntata di Wonderland in onda il 26 gennaio alle 23.05 su Rai4 (canale 21 del digitale terrestre). Il suo ultimo film “La casa delle bambole – Ghostland”, sarà trasmesso in prima visione lunedì 1° febbraio alle 21.20 su Rai4. Nell’intervista, il regista racconta la sua passione per il cinema, il successo riscosso negli Stati Uniti e la new wave dell’horror francese, di cui è tra i maggiori esponenti. Durante la puntata anche gli auguri a un grande cult del cinema fantastico, Donnie Darko, che compie 20 anni. A seguire, per la rubrica Sound Invaders, Wonderland torna ad esplorare l’unione tra musica e fumetto con la seconda parte dello speciale dedicato alle “comic covers”. Torna anche la rubrica Amazing News con il fenomeno conosciuto come Lotska: un letargo volontario a cui si sottoponevano i contadini russi per venire incontro alla scarsità di cibo e risorse che in inverno li affliggeva.

La Turchia e la Grecia hanno annunciato la ripresa di un dialogo che secondo Erdogan dovrebbe “dare inizio a una nuova era”. Le tensioni tra Atene e Ankara la scorsa estate avevano scatenato una crisi nel Mediterraneo orientale che aveva coinvolto la Francia, fino a raggiungere Bruxelles e la Commissione Europea che aveva intimato al presidente turco di cambiare atteggiamento per evitare sanzioni. L’incrinarsi dei rapporti con l’Europa si era poi sommato alle tensioni nel quadro dell’Alleanza Atlantica, dove la Turchia figura come un partner sempre più recalcitrante. Il cambio di rotta turco di inizio 2021 è dettato dalla necessità di sanare un’economia prostrata da una forte svalutazione della lira turca e da un’inflazione a doppia cifra, ma anche dalla pressione esercitata dall’Unione europea, che nel 2019 è risultata prima sia tra i mercati di esportazione sia tra i mercati d’importazione. Martedì 26 gennaio a Radio3 Mondo, alle 11.00 su Rai Radio3, Laura Silvia Battaglia ne parlerà con Giuseppe Di Luccia, giurista specializzato in relazioni internazionali, esperto in sanzioni economiche internazionali ed export control.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza