cerca CERCA
Giovedì 05 Agosto 2021
Aggiornato: 14:09
Temi caldi

Mondo Rai/appuntamenti e novità

11 giugno 2020 | 22.30
LETTURA: 5 minuti

alternate text
(Fotogramma)

Sono trascorsi quasi cento giorni dal 9 marzo, e dal 3-0 con il quale il Sassuolo vinse sul Brescia, nell’ultima gara ufficiale giocata in Serie A (in B si giocò, in contemporanea, ChievoVerona-Cosenza). Domani pallone riprenderà a rotolare, e lo farà con una partita dal grande fascino, Juventus-Milan. Sarà la prima semifinale di ritorno di Coppa Italia, con le due squadre che ripartiranno dall’1-1 di San Siro, firmato Rebic e Cristiano Ronaldo. Il fischio d’inizio, alle 21, sarà di Daniele Orsato: al 90’, in caso di parità, niente supplementari ma direttamente i rigori, modifica regolamentare valida solo per questa stagione, per evitare sovraccarichi di fatica ad atleti che giocheranno una partita ogni tre giorni per un mese e mezzo. Juventus-Milan sarà trasmessa in diretta, su Rai1, a partire dalle 20.35 (con un ampio prepartita dalle 19.30 su Raisport+HD) a cura di Rai Sport: la telecronaca sarà di Stefano Bizzotto e Antonio Di Gennaro, con il contributo a bordocampo di Aurelio Capaldi e Andrea Riscassi. Due gli studi previsti: quello esterno, allo Juventus Stadium, con Luca De Capitani e Domenico Marocchino, e quello a Saxa Rubra, con Simona Rolandi, Enrico Varriale, Gianfranco Teotino, Paolo Rossi e Tiziano Pieri che giudicherà la prestazione del direttore di gara. A Dario Di Gennaro, infine, il compito di analizzare la gara dal punto di vista tattico, con l’ausilio di una lavagna virtuale di ultima generazione.

Notte prima degli esami è la commedia diretta da Fausto Brizzi, qui al suo esordio alla regia, che Rai3 propone domani alle 21.20. Siamo a giugno del 1989 e Luca Molinari, adolescente spensierato e poco amante dello studio, e la sua comitiva, sono alle prese con l'esame di maturità, quello che sembra essere un muro invalicabile prima di entrare nella vita adulta. Siamo all'ultimo giorno dell'ultimo anno di liceo scientifico e convinto di non rivederlo mai più, Luca si sfoga contro il suo tanto odiato professore di lettere, il professor Martinelli, soprannominato "la carogna", rovesciandogli addosso un' infinita quantità di accuse ed insulti. Per tutta risposta però, il professore gli comunica di aver sostituito un altro insegnante e che sarà quindi uno dei membri della commissione d'esame. Sembra tutto finito per Luca ma…

Washington, 28 agosto 1963: è il giorno della storica marcia per i diritti civili. Al centro della scena, c’è Martin Luther King con il suo famoso discorso “I have a dream”. Un evento raccontato da “Misteri d’archivio”, in onda domani alle 21.40 su Rai Storia (canale 54). Le parole di Martin Luther King hanno segnato il destino degli Stati Uniti e portato, nel luglio 1964, al varo della legge che ha garantito gli stessi diritti a tutti i cittadini, indipendentemente dal colore della loro pelle. L’analisi degli archivi dell’epoca consente di decodificare le sequenze di quella giornata particolare con attenzione, identificando persone e specificando dettagli difficilmente rintracciabili in una visione distratta.

Su Rai4 (canale 21) il thriller "Obsessed-Ossessione omicida" - I "Misteri d'archivio" di Rai Storia

Domani, in prima serata alle 21.10, si rinnova il sodalizio con il genere thriller e Rai4 (canale 21 del digitale terrestre) che propone “Obsessed - Ossessione omicida” di Steve Shill. Un imprenditore, felicemente sposato e padre di un adolescente, si trova al centro dell’interesse passionale non ricambiato della sua nuova segretaria Lisa.Ossessionata e sempre più invadente, Lisa rischia di far naufragare la storia di Derek con sua moglie. Nel cast del film Idris Elba, Ali Larter e la pop-star Beyoncé Knowles.

Già capitale del regno d'Italia, ma prima ancora, centro di espansione della dinastia che a partire dall'epoca moderna ha aggregato la nostra nazione, i Savoia. Torino è protagonista dell’appuntamento con “Archivi. Miniere di Storia” in onda domani alle 22.10 su Rai Storia (canale 54). Tra i documenti più antichi della città spicca l’atto fondativo di un’antica abbazia medievale. Della storia di questo ducato che si fa regno e poi capitale culturale d'Italia, Marco Mondini parla con Walter Barberis, storico, editore, e presidente della casa editrice Einaudi, con la direttrice dell'archivio Elisabetta Reale, e con la storica del moderno Paola Bianchi, esperta di casa Savoia.

Sono la star del belcanto Joyce Didonato e Sir Antonio Pappano i protagonisti del concerto dell’Orchestra di Santa Cecilia che Rai Cultura propone domani alle 18.15 su Rai5 (canale 23). La serata, registrata nel giugno 2019, segna il ritorno a Roma del mezzosoprano americano che esegue la cantata Giovanna d’Arco di Rossini, nell’affascinante orchestrazione elaborata da Salvatore Sciarrino dalla versione originale per pianoforte e voce, su commissione del Rossini Opera Festival. Composta da Rossini nel 1832 Giovanna d’Arco è una cantata per voce sola, brano d’elezione delle virtuose di belcanto di ogni generazione. Completano il programma il Te Deum di Haydn composto nel 1800, che si colloca nel cuore del decennio dei lavori sacri del compositore austriaco, e la Serenata n. 1 op. 11 di Brahms, con la quale l’autore, venticinquenne all’epoca della composizione del brano, ripensa lo stile compositivo settecentesco di Mozart e Haydn con nuova freschezza.

Su Rai2 "Il gioco del ricatto" - Su Rai Storia 'La guerra segreta di una spia perfetta'

Il gioco del ricatto, il film scritto e diretto da Doug Campbell, è un thriller del 2019 con McKinley Blehm, Scottie Thompson, Lucas Kerr, Davida Williams, Erik Fellows, Matthew Pohlkamp, Pamela Roylance, Alison Robertson, in onda su Rai2 domani, alle 21.20. Rachel accompagna la sua piccola Lindsey in gita scolastica allo zoo ma, durante l'escursione, la donna la perde improvvisamente di vista. Qualche istante più tardi Rachel vede un uomo trascinare sua figlia su un furgone e fuggire via. In preda al panico, la donna si rivolge immediatamente alla polizia, ma improvvisamente le arriva una chiamata: una voce minacciosa le intima di fare esattamente ciò che dice o ucciderà sua figlia.

Per quattro anni, durante la Seconda Guerra Mondiale, la Gran Bretagna conduce una battaglia segreta dietro le linee nemiche, in Francia. Al centro di questa battaglia vi è una donna, Vera Atkins. Abile, meticolosa e motivata, Atkins è la spia perfetta: gestisce una forza speciale di combattenti segreti, agenti segreti inglesi di sesso femminile. È lei la protagonista de “La guerra segreta” in onda domani alle 21.10 su Rai Storia (canale 54). Attraverso il sabotaggio e la resistenza queste donne creano scompiglio dietro le linee nemiche. Quando alla fine della guerra molte di loro non tornano, Vera Atkins intraprende una missione per trovarle. E diventa un’eroina nazionale.

Domani, su Rai3 alle 12.25, puntata speciale di Fuori Tg dedicata alla strada difficile ma obbligata del riutilizzo e dell'impiego produttivo dei beni confiscati alle mafie, che l'Agenzia Nazionale mette a disposizione per chi ha bisogno, in tempo di Covid, di spazi per il distanziamento. Sta per essere pubblicato il bando per l’assegnazione diretta di 3000 immobili da utilizzare per progetti utili alla comunità. Dai beni confiscati può passare la strada per la lotta alla disoccupazione giovanile e la ripresa. I risultati ma anche le criticità, a 24 anni dal varo della legge promossa da Libera. In studio con Maria Rosaria De Medici l’inviato del Tg3 Fabrizio Feo. Fuuori Tg è lo spazio quotidiano di approfondimento del Tg3 a cura di Maria Venditti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza