cerca CERCA
Mercoledì 27 Gennaio 2021
Aggiornato: 08:36

Mondo Rai/Appuntamenti e novità

12 gennaio 2021 | 21.23
LETTURA: 6 minuti

alternate text
Fotogramma - FOTOGRAMMA
Roma, 12 gen. (Adnkronos)

La giornata clou degli ottavi di finale di Coppa Italia sarà domani con una staffetta tra Rai1 e Rai2 praticamente senza soluzione di continuità tra le 15.00 e le 23.00: si comincia con Fiorentina-Inter, in diretta dal "Franchi" sulla rete ammiraglia, con la telecronaca di Stefano Bizzotto e Paolo Tramezzani, bordocampo e interviste affidate a Thomas Villa e Simona Rolandi in studio. Alle 17.45 trasferimento su Rai2 per Napoli-Empoli, con un "derby" tutto azzurro tra i campani e una delle due squadre di Serie B sopravvissute: commento affidato a Dario Di Gennaro e Bruno Giordano, che all'ombra del Vesuvio ha lasciato ricordi indelebili (era uno dei componenti della Ma-Gi-Ca, Maradona-Giordano-Careca, il formidabile trio d'attacco degli azzurri degli anni '90), interviste di Lucio Michieli e conduzione in studio di Amedeo Goria. Giusto il tempo della cena, salvo supplementari ed eventuali rigori (a livello degli ottavi il regolamento prevede partite secche con eliminazione diretta) e poi di nuovo su Rai1: dopo il Tg1 ecco Juventus-Genoa, con la telecronaca di Alberto Rimedio e Antonio Di Gennaro, il bordocampo di Paolo Paganini e lo studio affidato ad Alessandro Antinelli.

Nella puntata di “Chi l’ha visto?”, in onda su Rai3 domani alle 21.20, verrà mostrato un documento esclusivo su Salvatore Ascone, uno dei personaggi chiave nel caso della morte della giovane imprenditrice calabrese Maria Chindamo. È il proprietario della telecamera disattivata che avrebbe dovuto riprendere il rapimento della donna. E poi il caso di Federica Farinella, la ragazza che voleva fare la modella, ritrovata dopo quasi vent’anni. Chi l’ha fatta sparire? Inoltre gli appelli, le richieste di aiuto e le segnalazioni di persone in difficoltà.

Si è aggiudicato il Premio “Abbiati” della critica musicale italiana “, il capolavoro di Hector Berlioz che ha inaugurato la stagione 2017-2018 dell’Opera di Roma e che Rai Cultura propone domani alle 21.15 su Rai5. Lo spettacolo è diretto da Daniele Gatti, con la regia di Damiano Michieletto. Protagonisti sul palco sono Pavel Černoch nel ruolo di Faust, Alex Esposito in quello di Méphistophélès, Veronica Simeoni come Marguerite e Goran Jurić come Brander. Le scene sono firmate da Paolo Fantin; i costumi da Carla Teti. Regia tv è di Claudia De Toma. “La dannazione – dice Damiano Michieletto – è la perdita di umanità creata dall’isolamento, dalla mancanza di relazioni umane. Faust è un uomo fragile, che cerca e lotta per trovare la sua identità, un po’ come succede ad Amleto. Mefistofele rappresenta la corruzione, la tentazione, e crea un percorso di cinismo distruttivo. Si comporta come se stesse facendo un esperimento in laboratorio: Faust è una cavia nelle sue mani. Come in una sorta di Truman Show Mefistofele pilota tutto. Vuole dominare Faust, che sente suo, come un giocattolo. Il contraltare di Mefistofele è Margherita, che rappresenta la comprensione umana, il sentimento, l’ascolto, la possibilità per Faust di vivere qualcosa di reale. Per questo Mefistofele cercherà di allontanarli. Margherita dal canto suo cercherà di salvare l’uomo di cui è innamorata, ma non riuscirà a vincere, e nella scena finale della discesa all’Inferno arriverà troppo tardi”.

Su Rai Storia 'Inferno nei mari' - Su Rai2 'La ragazza dei tulipani'

È il 16 marzo 1943. Dopo una serie di combattimenti nell’Atlantico del Nord, l’U-Boot U653 torna alla base. Il sommergibile ha problemi al motore. L’uomo di vedetta scorge una piccola scintilla susseguita da un bagliore rosso. Un marinaio rivela la presenza di una nave alleata. Lo racconta l’ultimo appuntamento con la serie “Inferno nei mari”, in onda domani alle 22.10 su Rai Storia. Al posto di guardia, i nazisti sondano le acque, e scorgono decine di ombre di unità nemiche: l’U653, senza accorgersene, si ritrova tra le linee di una flottiglia alleata. Una coincidenza fortuita che getta le basi per la più imponente battaglia combattuta in mare durante la Seconda Guerra Mondiale.

Rai2 trasmette, domani alle 21.20, in prima visione tv il film drammatico di Justin Chadwick “La Ragazza dei tulipani” con Judi Dench e Christoph Waltz. Amsterdam, 1636: la città è in pieno fermento. Il commercio prospera, le arti fioriscono. Sophia, orfana cresciuta dalle suore, viene presa in sposa da un ricco mercante, Cornelis Sandvoort, molto più vecchio di lei. Lui desidera ardentemente un figlio, ma lei non riesce a darglielo, mettendo così in pericolo il loro matrimonio. I due decidono di posare per un ritratto che li renderà immortali, ma Sophia inizia una relazione con il pittore, un giovane e talentuoso artista: Jan Van Loos. Tutto questo mentre la cameriera di Sophia, Maria, scopre di aspettare un figlio dal ragazzo di cui è innamorata, che per un equivoco è fuggito via. Per salvare la situazione, le due donne escogitano un piano, apparentemente comodo per entrambe...

Siamo tutti interessati alla bellezza e pensiamo di saperne tutto, ma: da dove ha origine? Come e perché la sua percezione cambia a seconda del tempo e dei luoghi? Esiste una bellezza universale? In altre parole: che cos’è la bellezza? Da questo interrogativo prende il via la serie “The Sense of Beauty”, in onda da domani alle 20.30 su Rai5. Sei episodi – condotti dall’attore e scrittore Domenico Frisby insieme ad artisti, critici, filosofi e scienziati – in cui l’arte e il sapere sono le lenti attraverso le quali inquadrare il “senso” della bellezza. Il primo appuntamento è dedicato all’evoluzione della bellezza: come nasce? La risposta non è frutto della mente di un filosofo né di quella di un importante critico d’arte bensì di un esperto di cirripedi, vermi e uccelli: Charles Darwin. La sua teoria sul potere evolutivo della bellezza ci accompagna in un viaggio che parte dalle prime opere d’arte mai realizzate dall’uomo, prosegue tra i capolavori della natura, ci riporta ai grandi pensatori e capolavori classici per concludersi oggi, a Seul, nel tempio della chirurgia plastica dove il processo evolutivo è passato dalle mani di madre natura al bisturi.

Su Rainews24 'Basta la salute' - Su Rai Movie 'La corrispondenza'

Nell’appuntamento di domani alle 14.40 e alle 20.40 con Basta la Salute, la trasmissione di sanità e benessere curata e condotta da Gerardo D’Amico su Rainews24, si parla di eventi avversi dei vaccini, quali sono realmente e quanto durano con Gennaro Ciliberto Presidente Fisv e Direttore Scientifico IFO-Regina Elena.A seguire focus sulle mutazioni virali, quali sono realmente presenti in Italia e quale impatto hanno sui vaccini con l’intervento di Massimo Ciccozzi, epidemiologo Campus Biomedico. È legittimo sanzionare, spostare o licenziare un operatore della salute che rifiuti il vaccino? Risponde Laura Palazzani, vice Presidente Comitato Nazionale di Bioetica. E ancora, come prevenire il tumore al polmone con la TAC a bassa emissione. Lo spiega Pierfilippo Crucitti direttore chirurgia toracica Campus Biomedico. Infine come aiutare gli uccelli urbani durante l’inverno. Ne parla Francesca Manzia, della Lipu.

Domani alle 21.20 su Rai Movie (canale 24 del digitale terrestre), va in onda “La corrispondenza”, un film drammatico diretto da Giuseppe Tornatore. La storia ruota attorno ai due protagonisti, interpretati da Jeremy Irons e Olga Kurylenko. Il professor Edward Phoerum ha una relazione extraconiugale con una sua giovane ex studentessa, Amy Ryan, ormai fuori corso da qualche anno e che, per mantenersi, lavora anche come stuntwoman, girando scene pericolose per il cinema e la televisione. La relazione tra i due è fatta essenzialmente di una lunga e continua corrispondenza, attraverso messaggi sul cellulare ed infinite videochiamate su Skype. Edward infatti vive ad Edimburgo e riesce a vedere la sua giovane amante solo nei pochi e rapidi soggiorni a Borgo Ventoso, dove lui ha una seconda casa e dove si reca per conferenze o appuntamenti. Un giorno, però, il professore svanisce nel nulla.

La pandemia non soltanto ha causato un’emergenza sanitaria, ma ha anche messo in ginocchio tante imprese, spingendole verso l’abbraccio mortale dell’usura, unico reato in aumento nell’epoca del Covid. Un fenomeno su cui prospera la criminalità organizzata. Di quale supporto, psicologico prima ancora che economico, hanno bisogno le vittime di usura? Come si possono aiutare queste persone a uscire dal ricatto degli usurai? Maria Rosaria De Medici ne parla domani alle 12.25 su Rai3, a “Fuori Tg” con lo psicologo Antonino Giorgi, con Luigi Cuomo di SOS Impresa e con Luigi Ciatti del Laboratorio Antiusura di Confcommercio. Fuori Tg è lo spazio quotidiano di approfondimento del Tg3 a cura di Mariella Venditti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza