cerca CERCA
Domenica 04 Dicembre 2022
Aggiornato: 01:11
Temi caldi

Mondo Rai/appuntamenti e novità

19 maggio 2020 | 22.09
LETTURA: 7 minuti

alternate text
(Fotogramma)

Dedicato ai ragazzi del liceo chiamati a cimentarsi con le lingue classiche. È il nuovo programma “Scuol@ Maturità - Greco”, in onda ogni mercoledì a partire dal 20 maggio alle 10.00 su Rai Scuola (canale 146). A condurre gli studenti in questo viaggio, in vista dell’esame di maturità, è Massimo Giuseppetti, docente di Lingua e Letteratura Greca all’Università Roma Tre. Le puntate prendono spunto da brani di letteratura greca, per approfondire gli aspetti lessicali e morfo-sintattici legati alla loro traduzione. I testi sono selezionati tra quelli degli autori maggiormente rappresentativi, che più frequentemente sono proposti agli studenti per le prove di traduzione scritta e orale. L’appuntamento si apre con la lettura del brano scelto. Prima di passare all’analisi del testo vera e propria, si dà un inquadramento generale dell’autore e dell’opera. Poi si passa agli aspetti grammaticali e alla traduzione. Una seconda lettura accompagnata dai sottotitoli aiuta a gustare il brano nella sua lingua originale. Non manca la testimonianza di un personaggio famoso che racconta della sua maturità e del suo rapporto con le lingue classiche. Dall’attore e conduttore Fabrizio Biggio, ai registi Manetti Bros, da Eleonora Danco, anche lei regista, all’ attrice Francesca Reggiani, ciascuno parla della propria esperienza, a volte traumatica, a volte fortunata. Il programma è disponibile anche su Rai Scuola.

Dopo averci riportato nella dolce aria degli anni Sessanta, con ospiti Orietta Berti e Don Backy, Maurizio Battista nella seconda puntata di “Poco di tanto”, mercoledì 20 maggio alle 21.20 su Rai2, approda degli anni Settanta. Cambia l’ambientazione della casa che fedelmente ci riporta alle atmosfere di quegli anni dai colori accesi creando quasi un’immersione multisensoriale in quel tempo e cambiano i ricordi riportati a galla nella memoria dal comico e supportati da documenti dell’epoca inediti e straordinari. Ospiti della puntata anche questa volta due musicisti che hanno lasciato il segno nell’immaginario italiano degli anni ’70: Riccardo Fogli e Sandro Giacobbe. Come sempre il risultato di questo viaggio nel tempo è un misto di ironia e nostalgia dove il sorriso accompagna il ricordo di un passato che per una serata sembra a portata di mano. E così, sottolineando un vizio o una virtù, raccontando un’abitudine che si è persa e una che si è assunta, tratteggiando mode e fissazioni, Maurizio Battista, grazie all’arguta comicità che trova da sempre nell’osservazione il suo punto di forza, racconta la famiglia italiana, protagonista, vittima o semplice spettatrice, di rivoluzioni succedutesi con incredibile rapidità negli anni compresi tra il 1960 e il 1990. Dal ruolo della donna, a come è mutato nei decenni il rapporto tra genitori e figli, dalla diffusione della televisione che ha cambiato le abitudini degli italiani, alla patente di guida, tutti gli elementi contribuiscono a dipingere un affresco a volte nostalgico, a volte graffiante, ma sempre divertente di quello che eravamo, in rapporto a quello che siamo ora. “Poco di tanto”, prodotto da Rai2 in collaborazione con Ballandi, è un format nuovo, inedito dove si mescola lo stile da monologhista di Battista e inserti del genere documentaristico.

Il caso del finanziere scomparso dalla provincia di Brindisi che rischia l’accusa di diserzione. E’ la storia al centro del nuovo appuntamento con la trasmissione di servizio “Chi l’ha visto?”, in onda mercoledì 20 maggio alle 21.20 su Rai3. Il cinquantenne appuntato della Guardia di Finanza di Monopoli, di cui non ci sono ancora notizie, ora infatti rischia il carcere dal momento che è stato aperto un procedimento penale nei suoi confronti. La moglie si rivolge a "Chi l'ha visto?” per lanciare un appello e chiedergli di tornare dai suoi figli.

Una prima serata al cardiopalma quella di mercoledì 20 maggio su Rai4 (canale 21 del digitale terrestre) con l’horror “Le colline hanno gli occhi 2” - in onda alle 21.20 - ambientato nelle letali zone desertiche del Nuovo Messico. Sequel del grande successo del 2006 e ispirato al capolavoro anni ’70 del Maestro Wes Craven,” Le colline hanno gli occhi 2”, diretto dal tedesco Wes Craven, immerge lo spettatore nelle lande desolate popolate dal clan di mutanti cannibali, che stavolta prendono di mira una squadra di reclute della Guardia Nazionale. Nel cast, Michael McMillian, Jessica Stroup, Daniella Alonso e Jacob Vargas.

Ha inaugurato la stagione del Teatro alla Scala di Milano il 7 dicembre 2009 la Carmen di Bizet che Rai Cultura propone in prima serata mercoledì 20 maggio alle 21.15 su Rai5 (canale 23). Lo spettacolo, diretto da Daniel Barenboim, ha segnato il debutto nell’opera lirica della regista teatrale Emma Dante, che porta sulla scena la sua Sicilia in sostituzione della Siviglia messa in musica da Bizet. Protagonista la straordinaria voce del mezzosoprano georgiano Anita Rachvelisvili, all’epoca giovanissima debuttante e poi diventata una star dei palcoscenici più prestigiosi, nonché la Carmen di riferimento degli ultimi anni. Accanto a lei il grande tenore tedesco Jonas Kaufmann nei panni di Don José, il basso Erwin Schrott come torero Escamillo e il soprano Adriana Damato come Micaela. L’allestimento, con le scene di Richard Peduzzi e i costumi della stessa Dante, vede la partecipazione degli attori della “Compagnia Sud Costa Occidentale” diretta da Emma Dante, e degli Allievi della Scuola di Ballo del Teatro alla Scala diretta da Frédéric Olivieri. Regia televisiva di Lorena Sardi.

Il ‘900 è stato il secolo dei totalitarismi: adunate oceaniche, sfilate, parate militari, grandiose coreografie e folle silenti che attendono la parola del dittatore. Il culto della persona è uno dei tratti fondamentali dei regimi totalitari. Una forma di potere assoluto che non si limita a controllare la società, ma mira a trasformarla secondo un'ideologia onnicomprensiva capace di plasmare la coscienza delle masse. Il totalitarismo è la parola al centro del secondo appuntamento con “Prova di maturità”, il programma di Rai Cultura condotto da Edoardo Camurri e in onda in prima visione onda mercoledì 20 maggio alle 21.10 su Rai Storia. Lo studente protagonista di questa simulazione del percorso interdisciplinare fra alcune delle materie oggetto dell’esame di maturità è la studentessa del Liceo Linguistico Ninni Cassarà di Palermo Chiara Di Quarto. Ad accompagnarla, lo storico Giovanni De Luna e lo scrittore e regista Francesco Cataluccio.

A sessant’anni esatti dalla Palma d’oro, mercoledì 20 maggio in prima serata, Rai Movie trasmette “La dolce vita” inaugurando il ciclo “Federico Fellini, realista visionario” tutto dedicato al grande regista riminese. “La dolce vita” è il film che più di tutti ha definito uno stile, un’epoca e un modo di vivere. Scritto con Ennio Flaiano, Tullio Pinelli, Brunello Rondi e con la collaborazione di Pier Paolo Pasolini, il film è la storia del giornalista Marcello che, conscio della propria vacuità, ricerca il senso dell’esistenza. Indimenticabili la colonna sonora di Nino Rota e i personaggi interpretati da Marcello Mastroianni e Anita Ekberg. Tra gli altri interpreti, Anouk Aimée, Yvonne Furneaux, Laura Betti e Valeria Ciangottini. Il film ha vinto nel 1960 il David di Donatello, nel 1961 la Palma d'Oro, la Grolla d'Oro e tre Nastri d'Argento e nel 1962 l’Oscar a Piero Gherardi per i costumi.

La fragilità del nostro pianeta e il mistero della civiltà micenea: temi e storie al entro delle lezioni di Mario Tozzi e di Valerio Massimo Manfredi a “#maestri”, il programma di Rai Cultura in onda mercoledì 20 maggio alle 15.20 su Rai3, nell’ambito dell’accordo Rai – ministero dell’Istruzione per #lascuolanonsiferma. Mario Tozzi riflette sui rischi naturali con i quali dobbiamo confrontarci come eruzioni, inondazioni, terremoti e sulla necessità di “confrontarsi” con il rischio in modo responsabile. Valerio Massimo Manfredi, invece, torna al tempo del popolo dei Micenei di cui facevano parte gli eroi della Guerra di Troia come Ulisse, Achille, Diomede. Un popolo sparito quasi nel nulla.

Su Rai RadioLive, mercoledì 20 maggio alle 15.00, “Sue Eccellenze”, con Giuliana Carosi e Alessia Lautone, proporrà nuova puntata al femminile. Ospite d’eccezione, una delle più grandi scrittrici italiane, Dacia Maraini, che con la sua scrittura ha raccontato sapientemente i grandi temi sociali, ma soprattutto, l'emancipazione femminile. Poi Monica Pais, la veterinaria più famosa del web, con una pagina da oltre 400mila like su Facebook, che nella sua clinica ad Oristano cura non solo cani e gatti, ma volpi, aquile, tartarughe e perfino un fenicottero. A chiudere la puntata sarà invece un uomo: Luca Nardi, ricercatore del Laboratorio biotecnologie di Enea. Con un team scientifico tutto italiano,è stato lui a progettare Greencube, un micro orto che sarà per la prima volta a bordo del mini satellite che verrà lanciato in occasione del volo inaugurale del vettore ufficiale Vega-C, dell’Agenzia Spaziale Europea. “Sue Eccellenze” si ascolta al link www.radiolive.rai.it, oppure su Rai Play Radio, sulle radio Dab + e sul digitale terrestre televisivo.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza