cerca CERCA
Domenica 17 Ottobre 2021
Aggiornato: 15:15
Temi caldi

Mondo Rai/appuntamenti e novità

29 gennaio 2021 | 18.02
LETTURA: 8 minuti

alternate text
(IPA)

Sesto appuntamento domani alle 20.35, in prima serata su Rai1, con “Affari Tuoi (Viva gli Sposi!)”. Anche stavolta protagonista sarà una coppia che nel corso del programma cercherà di portare a casa, in vista del matrimonio, un bel regalo di nozze. Magari riuscendo a vincere il montepremi più alto: il "pacco" da 300mila euro. Oltre ai fidanzati e al loro pacco, assegnato "a vista" con l'estrazione iniziale, grandi protagonisti saranno i 10 Testimoni, ospiti del programma: in veste di Dame Orietta Berti, Maddalena Corvaglia, Eva Grimaldi, Juliana Moreira e Anna Tatangelo. I Cavalieri invece saranno Giovanni Allevi (interpretato da Ubaldo Pantani), Massimo Ceccherini, Christian De Sica, Nino Frassica e Lillo. I vip saranno parte integrante dello spettacolo e interagiranno con la coppia, regalando anche divertenti momenti di intrattenimento. Ma soprattutto, su indicazione dei promessi sposi, apriranno via via i 20 pacchi contenenti i vari premi che, oltre a somme in gettoni d'oro, potranno anche riservare regali simbolici, come stuzzicadenti, pigne, confetti... Anche in questa puntata la tensione salirà alle stelle quando entrerà in gioco il ‘Dottore’ con le sue diaboliche offerte, contro-offerte e "cambi", da accettare o meno. Non è facile comprendere la sua strategia: perfido o magnanimo? Generoso o crudele? Altro momento molto atteso è quello legato al pacco ‘Feeling’; si tratta di una serie di domande sulla storia personale dei fidanzati, i loro gusti e le loro abitudini. Se i due promessi risponderanno nello stesso modo ai quesiti posti, mostrandosi davvero affiatati, avranno la possibilità di aggiudicarsi fino a 10.000 euro, che si aggiungeranno alla eventuale vincita finale. Il gioco si concluderà quando la coppia scoprirà il premio contenuto nel proprio pacco. In quel momento si comprenderà quanto l'intuito e la fortuna avranno aiutato gli sposi a concretizzare il loro sogno nel modo migliore.

Domani Massimo Gramellini conduce la sedicesima puntata de "Le Parole della Settimana" in onda dalle 20.20 su Rai3. In apertura di puntata Roberto Vecchioni racconterà l’origine della parola ‘razza’ e della sua presenza all’interno della Costituzione. Continuerà anche la sfida enigmistica con Massimo Gramellini attraverso nuovi rompicapo a base di parole ai quali prenderà parte anche Loretta Goggi. Veronica Pivetti dedicherà il suo monologo al duello Lukaku-Ibrahimovic, i due attaccanti di Inter e Milan protagonisti di un acceso scontro durante il recente quarto di finale di Coppa Italia. Oltre a Saverio Raimondo, che tornerà a raccontare l’attualità politica italiana attraverso la lente della sua dissacrante comicità, tornerà anche il giovane critico d’arte Jacopo Veneziani che, ispirato dal pallottoliere donato da un membro del Consiglio regionale lombardo al Presidente Attilio Fontana, parlerà di come la scienza matematica è stata presente nell’arte dalle sue origini ad oggi. Le Parole della Settimana continuerà a dare spazio anche storie straordinarie di vita quotidiana, da sempre il motore trainante del programma, raccontate dalla diretta voce di chi le ha vissute in prima persona, cittadini comuni che hanno saputo distinguersi per capacità, generosità o professionalità. Come di consueto in chiusura di puntata la “Buonasera”, il monologo di Massimo Gramellini ispirato dai fatti di cronaca.

Commedia scritta e diretta da Eleanor Coppola è il film “Parigi può attendere”, in onda domani alle 21.10 su Rai Movie (canale 24 del digitale terrestre). Sposata da anni con un impegnatissimo produttore cinematografico, Anne accetta un passaggio da Jacques, socio in affari del marito, per raggiungere Parigi partendo da Cannes. In sua compagnia, la donna riscoprirà se stessa e la gioia di vivere. Nel cast Diane Lane, che interpreta la protagonista Anne, Arnaud Viard che veste i panni di Jacques, e Alec Baldwin che interpreta Michael.

Su Rai Storia 'Primo amore' con Ugo Tognazzi e Ornella Muti - Su Rai3 'Un fantastico via vai'

Anziano comico di varietà, al momento residente in una casa di riposo per artisti in pensione, Ugo Cremonesi si invaghisce di una giovane cameriera che vorrebbe lavorare nel mondo dello spettacolo. E’ il film di Dino Risi con Ugo Tognazzi e Ornella Muti “Primo amore”, in onda domani alle 21.10 su Rai Storia per il ciclo “Cinema Italia”. Soggetto e sceneggiatura sono di Dino Risi e Ruggero Maccari, mentre la fotografia è di Tonino Delli Colli e le musiche di Ritz Ortolani. Grolla d’oro a Ornella Muti.

Una serata all’insegna della commedia quella di domani su Rai3 alle 21.45 con il film di Leonardo Pieraccioni “Un fantastico via vai”, con lo stesso Pieraccioni, Serena Autieri e Maurizio Battista. Arnaldo Naldi è un uomo di 45 anni con un buon lavoro, una bella moglie e due figlie gemelle. Per un equivoco, da un giorno all'altro, si trova solo e cacciato di casa. Ma Arnaldo, invece di disperarsi, coglie l'occasione per reinventarsi e uscire dal piattume della sua vita tranquilla.

Giuseppe Pambieri e Carlo Greco, diretti da Moni Ovadia, sono i protagonisti di “Nota stonata” di Didier Caron, spettacolo teatrale che Rai Cultura propone in prima Tv domani alle 21.15 su Rai5 nei giorni in cui si commemorano le vittime dell’Olocausto e ricorre il Giorno della memoria. L’azione si svolge nei primi anni ’90, alla Filarmonica di Ginevra, nel camerino del direttore d’orchestra di fama internazionale Hans Peter Miller. Rientrato alla fine di un concerto, il Maestro viene importunato dall’invadente spettatore Léon Dinkel, che si presenta come un suo grande ammiratore, venuto appositamente dal Belgio per applaudirlo. Più il colloquio fra i due si protrae, più il comportamento di questo visitatore diventa strano e oppressivo. Finché si giunge a scoprire un oggetto del passato. Chi è questo inquietante Signor Dinkel? Cosa vuole dal direttore Miller?

Su Rai1 'Linea Bianca' - Clementino e la Mannoia a 'Magazzini musicali' su Rai2 e RaiPlay

Il nuovo appuntamento di “Lineabianca”, in onda domani alle 14 su Rai1, con Massimiliano Ossini e Giulia Capocchi, sarà un viaggio nel Cadore, in Veneto. Dalla difesa dello spazio aereo Nazionale alla ricognizione, dal supporto ravvicinato alle forze di terra all’intervento in caso di calamità naturali: presso l’aeroporto militare di Istrana, sede del leggendario 51° Stormo dell’Aeronautica Militare, in esclusiva per “Lineabianca”, un volo a bordo di un AMX, il velivolo aerotattico più utilizzato nelle missioni al di fuori dei confini italiani. Si comincerà a quota 2.657 metri sul livello del mare, in vetta al Lastoi del Firmin, nel territorio della Riserva Naturale Integrale del Pelmo-Mondeval-Giau, con una guida alpina e Lino Zani. Non solo resti animali e bivacchi: a Selva di Cadore, all’ombra del grande masso erratico, la straordinaria scoperta archeologica di Valmo, il cacciatore preistorico di Mondeval, ad oggi la più importante sepoltura mesolitica dell’Europa centro meridionale, rinvenuta da Vittorino Cazzetta nel 1985. Un’opera di “ingegneria montanara”, fatta senza calcoli matematici, usando ciò che il territorio offriva: nel grazioso villaggio di Toffol, frazione di Selva di Cadore, grazie all’impegno di Ivano, il sapiente e meticoloso restauro del “Molino del Padre”, abbandonato da più di 50 anni ed oggi perfettamente funzionante. Una storia quasi millenaria, poi: a Colle Santa Lucia, il fascino delle miniere del Fursil, divenute famose per l’estrazione di un minerale per la produzione delle spade, e l’ambizioso progetto di recupero e valorizzazione per conoscere le Dolomiti in un modo diverso. Un bell’esempio di imprenditoria giovanile realizzato usando le risorse del territorio, un hobby particolare, l’amore per la natura: a Colle Santa Lucia, nella cornice di una caratteristica malga, il sogno di Marco che diventa realtà.

Clementino e Fiorella Mannoia saranno gli ospiti di “Magazzini musicali”, il programma di attualità musicale nell’integrazione tra linguaggio televisivo e universo digitale, condotto da Melissa Greta Marchetto e Gino Castaldo, in onda domani alle 15.30 su Rai2 e su RaiPlay. Gli artisti, oltre a esibirsi dal vivo, parteciperanno al talk di approfondimento che caratterizza settimanalmente il programma. Completerà la scaletta l’intervento in collegamento di Mecna, con alcuni contenuti video. Nel programma la presentazione delle classifiche settimanali FIMI-Gfk sarà intervallata da esibizioni live, approfondimenti sui temi dell’attualità musicale e da una serie di rubriche tematiche che aprono una narrazione più ampia del mondo della musica nelle sue connessioni con i linguaggi e le tendenze della società attuale. “Magazzini Musicali” è anche in replica il martedì in seconda serata su Rai2, alle 18.00 della domenica su Rai Radio 2, il sabato mattina su Rai 4 e on demand su RaiPlay.

Si chiude con la commedia di Gino Rocca “Se no i xe mati, no li volemo” con la regia di Carlo Lodovici, in onda domani alle 16.15 su Rai5 l’omaggio di Rai Cultura all’attore Cesco Baseggio, proposto nel cinquantesimo anniversario della scomparsa (22 gennaio 1971) nello spazio “Stardust Memories”, che ogni sabato pomeriggio su Rai5 offre in versione restaurata i grandi classici del teatro delle Teche Rai. Affermato interprete del teatro dialettale veneto, per il quale scrisse anche alcune commedie, Baseggio è stato un importante caratterista, specializzato in commedie del repertorio goldoniano, che interpretò anche per gli schermi Rai in celebri edizioni televisive degli anni Sessanta che gli regalarono una grande popolarità. Protagonisti della commedia che chiude l’omaggio – interpretata, tra gli altri, da Cesco Baseggio, Sergio Tofano, Gino Cavalieri, Toni Barbi, Angelo Tomei - sono tre vecchi amici, ultimi superstiti di una goliardica associazione che reca il glorioso titolo "Se no i xe mati no li volemo", in un paese del Veneto. I tre vivono dell'usufrutto di un palazzo signorile, che un compagno di gioventù, il conte Bardonazzi, ha lasciato con un bizzarro testamento alla Congregazione di Carità. Vecchio e cadente è il palazzo, vecchi e acciaccati sono i suoi inquilini. Un brutto giorno l'avvocato Giostra, un leguleio alle prime armi, altero e baldanzoso, porta loro la ferale notizia che l'immobile, da loro occupato, proprietà della Congregazione, non spetta più loro di diritto perché da tempo i soci non rispettano le clausole dello statuto che prescrive, per ogni membro, una perenne vita spregiudicata e goliardica di cui essi devono quotidianamente dar prova. Malgrado l'avanzata età e i crucci delle rispettive situazioni personali, i tre decidono di tornare a fare i matti come ai tempi delle lontane imprese studentesche, nel vano tentativo di recuperare i loro diritti inseguendo una impossibile giovinezza. La farsa grottesca si muta ben presto in dramma. Piero si rompe una gamba mentre va in giro a tirare i campanelli delle case; Momi, recatesi con Brontolo a un veglione vestito da pagliaccio, scopre il tradimento della moglie.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza