cerca CERCA
Sabato 04 Dicembre 2021
Aggiornato: 18:09
Temi caldi

Mondo Rai/Appuntamenti e novità

20 ottobre 2020 | 21.00
LETTURA: 8 minuti

alternate text
Alberto Angela (Ipa/Fotogramma)

Il 22 novembre del 1963, a Dallas, alcuni colpi di fucile raggiungono e uccidono John Fitzgerald Kennedy. Perché, come e da chi è stato assassinato? Come mai a distanza di quasi 60 anni dalla morte è ancora il presidente degli Stati Uniti più noto ed amato? Nella puntata dal titolo “Kennedy – L’uomo che ha fatto sognare l’America”, in onda domani alle 21.25 su Rai1, Ulisse ripercorre la storia dei Kennedy, una famiglia di emigranti, partita povera dall’Irlanda e arrivata alla Casa Bianca. In mezzo tante difficoltà, colpi di fortuna, ma soprattutto la volontà di ferro del capostipite, il padre di John e Bob, che sognava il potere e la fama per i figli. Quel sogno diventa realtà quando John conquista la Casa Bianca nel 1960. Il suo look di studiata formalità, i suoi discorsi incantano l’America. Tutti vogliono vedere la sua bellissima moglie: Jackie. Insieme ad Alberto Angela si entrerà nel cuore del potere, la Casa Bianca, ripercorrendo i mille giorni della presidenza Kennedy, gli amori extraconiugali, e il suo mitico viaggio in Italia nel 1963. Poi si cercherà di capire l’assurda morte. Lee Harvey Oswald, il suo assassino, ha agito da solo? Un destino avverso ha stroncato sempre in modo brutale ogni ambizione dei Kennedy. Ma ogni volta che un membro della famiglia muore, ce n’è subito un altro pronto a raccogliere il testimone. Bob, fratello minore di John, proverà a candidarsi alle presidenziali del 1968, ma anche lui resterà vittima di una folle violenza. Un suo memorabile discorso verrà riproposto da Elio Germano, fresco vincitore dell’Orso d’Oro a Berlino e dei Nastri d’Argento. Accanto a John, impeccabile esempio di stile e protagonista del jet set, Jackie. L’ex first lady ha ispirato registi e scrittori: Elfriede Jelinek, premio Nobel 2004 per la letteratura, ha scritto su Jackie un monologo tagliente che verrà recitato nel corso della puntata da Anna Foglietta. E alla forza dimostrata da Jackie in tutte le fasi della sua vita è dedicata una canzone di Tori Amos: “Jackie’s strength”, reinterpretata in studio da Paola Turci. Altro ospite della puntata Gigi Proietti che impersonerà il capostipite della famiglia, Joe Patrick senior, colui da cui tutto ha avuto inizio.Oggi come ieri, la questione razziale in America è molto calda e un politologo americano ha rilasciato una dichiarazione dal sapore nostalgico: “sono tempi in cui ci vorrebbe un altro Kennedy”.

Quinto appuntamento con “Mare Fuori”, storie di ragazzi che “sbagliano” ospiti dell’Istituto di Pena Minorile di Napoli, tra minacce, amori, fughe, risse, cadute all’inferno e improvvise resurrezioni, in onda in prima visione su Rai2 domani alle 21.20. Una coproduzione Rai Fiction — Picomedia, prodotta da Roberto Sessa, per la regia di Carmine Elia con Carolina Crescentini, Carmine Recano, Valentina Romani, Nicolas Maupas, Massimiliano Caiazzo, Giacomo Giorgio, Ar Tem, Vincenzo Ferrera, Antonio De Matteo e Anna Ammirati. Nel primo episodio dal titolo “Legami spezzati”, Filippo appena rientrato all’IPM informa Ciro che l’operazione è andata a buon fine ma è tormentato. Si riavvicina a Carmine per raccontargli quello che è successo fuori dall’IPM. Carmine si offre di aiutarlo per impedire che Ciro si vendichi di lui. Il boss infatti ha appena scoperto che il suo piano è andato male e vuole scoprire chi l’ha tradito. Pino intanto vive una sorta di gelosia per il rapporto che si sta instaurando tra Filippo e Ciro. Nel secondo intitolato “Le forme dell’amore”, i giorni passano e per Carmine la situazione si fa sempre più difficile. Deve uccidere Massimo altrimenti pagherà con la vita. Anche Nina e suo figlio sono in pericolo. Filippo gli è vicino e gli promette che troveranno una vita d’uscita: riesce a far ricoverare Carmine in ospedale, da lì fuggirà all’estero con i soldi e la complicità della famiglia di Filippo. A Carmine il compito di trovare il modo di uscire dall’ospedale ed eludere il controllo della Polizia che lo piantona. Nel frattempo il piano di Carmine – convincere Ciro che sia stato Pino a far sparire la macchina – si compie. Ciro è convinto della colpevolezza di Pino e organizza una terribile vendetta, rapire l’amato cane del ragazzo, Tyson, e ucciderlo…

C’è una svolta nella vicenda di Lucia, morta in ospedale con la milza lacerata. Le sue figlie si erano rivolte alla trasmissione per capire cosa fosse successo e “Chi l’ha visto?”, il programma condotto da Federica Sciarelli su Rai3, nella puntata di domani alle 21.20, propone l’intervista in esclusiva che l’inviato Giuseppe Pizzo aveva fatto all’uomo che ora è stato arrestato. Il programma continuerà ad occuparsi anche di Giggino wifi: il ragazzo del video a Novara è Luigi Celentano? Si parlerà delle nuove segnalazioni arrivate dai telespettatori di quella zona. Inoltre, gli appelli, le richieste di aiuto e le segnalazioni di persone in difficoltà.

In prima visione su Rai4 (canale 21) "Sei ancora qui - I still see you"

Serata tra fantascienza e horror quella di domani su Rai4 (ore 21.20 sul canale 21 del digitale terrestre) con il film “Sei ancora qui - I still see you” di Scott Speer. Tratto da un romanzo di Daniel Waters, il film racconta uno strano mondo fantastico in cui, dopo un cataclisma epocale, il confine tra i vivi e i morti è misteriosamente abbattuto e le presenze delle persone decedute, apparentemente innocue, condivide un’inquietante quotidianità con chi è sopravvissuto. Questo fragile equilibrio è turbato un giorno dal minaccioso messaggio inviato da un “redivivo” a una studentessa sedicenne di un paesino dell’Illinois che, insieme a un compagno di classe e a un professore, dovrà affrontare una delicata missione in un paesaggio invernale incantato. Tra fantascienza e horror, l’attrice di culto Bella Thorne è al centro di un originale young adult venato di nero romanticismo.

"E' una grande allegoria delle forze che si contendono l’umanità". Così il regista Damiano Michieletto descrive il capolavoro di Mozart Die Zauberflöte (Il flauto magico), che Rai Cultura trasmette in prima serata su Rai5 domani alle 21.15. Andato in scena nel 2015 alla Fenice di Venezia, lo spettacolo è diretto da Antonello Manacorda, e vede protagonisti Antonio Poli nella parte di Tamino, Ekaterina Sadovnikova in quella di Pamina, Goran Jurić come Sarastro, Olga Pudova nei panni della Regina della notte e Alex Esposito come Papageno. Le scene sono firmate da Paolo Fantin, i costumi da Carla Teti, mente il light design è curato da Alessandro Carletti. "Con la Rivoluzione francese si è affermata un nuova concezione della scuola - prosegue Michieletto - che deve essere laica. Così ho immaginato di raccontare questa allegoria favolosa e surreale all’interno di una scuola che si apre ad un viaggio fisico di scoperta e consapevolezza individuale. Tamino e Pamina, accompagnati dall’analfabeta Papageno, che però conosce il linguaggio non scritto degli animali, vivono il conflitto tra l’istruzione religiosa e laica (riassunto nel conflitto tra la Regina della Notte e Sarastro) e si aprono ad una scoperta individuale degli affetti e della sessualità, della maturità come indipendenza dai padri”.

Raoul Bova e Ambra Angiolini sono i protagonisti del film diretto da Michele Placido “La scelta”. In onda su Rai Movie (canale 24 del digitale terrestre) domani in prima serata, alle 21.20. Giorgio e Laura sono una coppia innamorata che prova ad avere un figlio che non arriva nonostante i ripetuti tentativi. La sera del suo compleanno Laura viene aggredita e stuprata in un vicolo, rimanendone profondamente segnata. Quando, poi, la donna scopre di essere incinta, il dubbio sulla paternità del bambino mette alla prova il loro amore, costringendo i due coniugi ad affrontare ogni paura e a fare una scelta.

'La tv di Liliana Cavani. Un romanzo di formazione', la serie di Rai Cultura su Rai Storia

Una grande inchiesta sociale divide il mondo dell'opinione pubblica televisiva: con "La casa in Italia" Liliana Cavani mette il suo dito d'autrice nella piaga della modernizzazione italiana e delle sue contraddizioni, viste attraverso la lente d'ingrandimento della situazione abitativa. Una sorta di “Le mani sulle città”, che anche il cinema, in quello stesso periodo, aveva raccontato con Francesco Rosi. E’ l’inchiesta al centro di “La TV di Liliana Cavani. Un romanzo di formazione”, la serie di Rai Cultura in onda in prima visione domani alle 22.00 su Rai Storia. Da un Sud che non aveva mai visto, alle realtà operaie delle città del nord industrializzato, la Cavani attraversa l'Italia e mentre l'attraversa, via via, la va conoscendo. Il risultato è uno straordinario racconto fatto di immagini e di voci, dove miseria, disperazione, speranza, riscatto e grande umanità si mischiano tra loro. Una narrazione corale che mostra le grandi virtù registiche e autoriali della Cavani, ormai "cavallo di razza" della Rai di Ettore Bernabei. Massimo Bernardini, insieme a Liliana Cavani, ripercorre le vicissitudini di quella scomoda inchiesta in quattro puntate: le polemiche, le reazioni della stampa e del mondo politico e della stessa Rai e l'accoglienza del pubblico. Mentre lo storico Giovanni De Luna mette in luce la grande consapevolezza nel lavoro della Cavani delle storture e dei nodi irrisolti della crescita italiana degli anni Sessanta.

Domani alle 23.55 su Rai1 il ministro per gli Affari europei Vincenzo Amendola e il responsabile economico di Forza Italia Renato Brunetta si confronteranno a Porta a Porta, intervistati da Bruno Vespa.

Nuovo appuntamento domani in seconda serata su Rai2, con Restart-L’Italia ricomincia da te, il talk condotto da Annalisa Bruchi con Aldo Cazzullo, scritto da Annalisa Bruchi con Alessandro Sortino. Tanti i temi in scaletta: l’emergenza sanitaria, i provvedimenti varati dal Governo, l’attesa per il vaccino, l’efficacia dei tamponi. E ancora: il lavoro, la sicurezza dei trasporti, la paura di un nuovo lockdown. Con Annalisa Bruchi ne parleranno Alessia Morani, Sottosegretario allo Sviluppo economico, Fabrizio Pregliasco, virologo dell’Università degli Studi di Milano e Flavio Cattaneo, vice presidente esecutivo di Italo. Tra gli ospiti di Restart anche Sergio Dompè, Presidente e Ad Dompè, il fisico del Cnr Valerio Rossi Albertini, il vicesindaco di Azzano, Francesco Persico, Michele Mirabella, il Professor Carlo D’Ippoliti, docente di Economia a La Sapienza e l’imprenditrice Paola Diana, collegata da Londra. Intervista esclusiva a Monsignor Nunzio Galantino, Presidente Apsa-Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolico, sulla riforma economico finanziaria del Vaticano dopo la vicenda legata al cardinale Giovanni Becciu.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza