cerca CERCA
Venerdì 07 Maggio 2021
Aggiornato: 05:42
Temi caldi

Mondo Rai/Appuntamenti e novità

31 marzo 2021 | 18.39
LETTURA: 6 minuti

alternate text
(Fotogramma)

Aggiunge il sottotitolo “I Guardiani” l’attesissima serie tv Un passo dal cielo 6 che torna con otto appuntamenti su Rai1 - in prima visione da domani - esattamente a dieci anni di distanza dalla messa in onda della prima stagione. “Guardiani” contro la criminalità ma anche e soprattutto custodi dell’ambiente che li circonda, tra i boschi, i laghi alpini e le vette delle Dolomiti: è in questo ruolo che ritroviamo ancora una volta Daniele Liotti l’affascinante ex comandante della Forestale, Francesco Neri, che si è autoisolato fra le montagne dopo la morte dell’amata moglie Emma, ed Enrico Ianniello in quello del commissario Vincenzo Nappi, oggi nella nuova caserma della Polizia a San Vito di Cadore. Nel cast, conferme come Gianmarco Pozzoli nelle vesti dell’immancabile Huber, alcuni ritorni come Giusy Buscemi in quelle di Manuela Nappi, la sorella del commissario, già conosciuta nelle precedenti stagioni, che torna tra le Dolomiti per sposarsi, e tante new entry. Tra i nuovi personaggi: Serena Iansiti che interpreta la sfrontata e spumeggiante Carolina; Carlo Cecchi nel ruolo di Christoph, mitico montanaro che vive con un’aquila che solo lui è riuscito ad addomesticare; Aurora Ruffino che entra nella serie nei panni di Dafne Mair, una misteriosa donna trovata in fin di vita da Francesco. E ancora Anna Dalton, Jenny De Nucci, Luca Chikovani, Filippo De Carli e la partecipazione di Pilar Fogliati. Tutti protagonisti di nuove e appassionanti avventure, vissute a un passo dal cielo. Anche questa sesta serie è una produzione Lux Vide in collaborazione con Rai Fiction, prodotta da Matilde e Luca Bernabei per la regia di Jan Maria Michelini, Cosimo Alemà e Beniamino Catena. I primi due episodi di Un passo dal cielo 6 – I Guardiani, saranno disponibili in anteprima su RaiPlay da martedì 30 marzo.

Dall’Auditorium Parco della Musica di Roma, Antonio Pappano è ancora una volta protagonista della stagione dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, nel concerto in onda domani alle 21.15 su Rai5. In programma una pagina di intensa spiritualità: il "Deutsches Requiem" di Johannes Brahms. Protagonista anche il Coro, diretto da Piero Monti, insieme alle voci soliste del soprano Chen Reiss e del baritono Thomas Tatzl. Il capolavoro di Brahms in programma è un Requiem al contrario, non liturgico come quelli di Mozart e Verdi, perché destinato all’esecuzione concertistica. Il testo, che lo stesso Brahms trasse liberamente dalla Bibbia nella versione di Martin Lutero, è da intendersi come messaggio consolatorio rivolto all’umanità quale prefigurazione di quella pace e di quel dolce conforto rappresentato dal definitivo distacco dalla vita terrena. Fu grazie a questo imponente lavoro eseguito la prima volta nel 1868 che Brahms, allora trentaseienne, ebbe la definitiva affermazione come compositore ponendosi come l’erede di quella tradizione musicale tedesca che affondava le radici in Bach e Händel, e continuava poi con Beethoven e Mozart.

Gli uomini di Cristoforo Colombo rimasti sull’isola di Hispaniola a guardia del forte Natividad non riescono a resistere all’avidità e si scontrano con gli indios che vivono su quelle terre. Lo racconta l’episodio della serie “Conquistadores”, in onda domani alle 22.10 su Rai Storia, per il ciclo “a.C.d.C.”, con l’introduzione del professor Alessandro Barbero. L’Ammiraglio vuole tenere un profilo basso, ma la Regina ha sete di vedere finalmente il tanto agognato oro ed entra in scena un nuovo artefice della Conquista: Alonso de Ojeda, il demonio dagli occhi azzurri. Insieme a Juan de la Cosa si spingeranno oltre l’isola di Hispaniola per verificare se la scoperta di Colombo corrispondeva effettivamente alle terre di Gengis Khan.

Su Rai3 'Tutti i soldi del mondo' - Su Rai Movie 'Gioco a due'

Tratto dalla biografia omonima di John Pearson, basata su un fatto di cronaca realmente accaduto e diventato un caso internazionale, “Tutti i soldi del mondo”, di Ridley Scott, è il film che Rai3 propone domani alle 21.20. Nell’estate del 1973 il nipote del magnate del petrolio Jean Paul Getty viene rapito a Roma. La durezza del nonno metterà in serio pericolo la vita del giovane e la lotta della madre per salvarlo non sarà soltanto contro il tempo. Con Christopher Plummer, Michelle Williams, Charlie Plummer e Mark Wahlberg,

Domani in prima serata alle 21.10, Rai Movie (canale 24 del digitale terreste) trasmette il film diretto da John McTiernan, “Gioco a due”. La pellicola è un rifacimento de “Il caso Thomas Crown” del 1968 interpretato da Steve McQueen e Faye Dunaway. Pierce Brosnan è Thomas Crown, un finanziere che si occupa di fusioni societarie a Wall Street. I soldi e le donne non sono mai stati un problema, ma quello che gli manca è il brivido del rischio. Per questo motivo decide di sfidare la sorte e rubare un Monet, il "San Giorgio Maggiore al crepuscolo", dal Metropolitan Museum di New York. Nessuno sospetta di lui, un miliardario che può comprare tutto quello che vuole, tranne Catherine Banning, interpretata da Rene Russo, l'investigatrice assunta dall'assicurazione per affiancare il detective della polizia, Michael McCann. La donna ci mette poco a capire che dietro al furto c'è Crown, ma non ha fatto i conti con l'improvvisa attrazione che inizia a provare nei confronti dell'uomo.

Da sempre crocevia tra Oriente e Occidente, sull'antica Via della Seta, offre un mix tra l’antico e il moderno. Janina Ramirez e Alastair Sooke vanno alla scoperta di Baku, capitale dell’Azerbaijan, paese ex Urss che si affaccia sul Mar Caspio, nel nuovo episodio della serie “Città segrete” in onda domani alle 20.20 su Rai5. Qui la vita culturale è ancora strettamente controllata, ma la città sta incominciando a guardare verso Ovest, desiderosa di trasformarsi in una destinazione turistica. I profitti del petrolio in Azerbajian hanno trasformato la capitale alla fine del XIX secolo e di nuovo alla fine del XX. Insieme alle tracce ancora presenti del dominio sovietico, l’episodio mostra una sorprendente contrapposizione nell’arte e nell’architettura. Alastair visita il primo museo al mondo interamente dedicato ai tappeti, mentre Janina va alla scoperta di uno straordinario esempio di arte rupestre alla periferia della città. Protagonisti anche lo splendido Heydar Aliyev Center, un monumentale complesso culturale progettato dall’architetto Zaha Hadid, e il Yanar Dag, la spettacolare altura perennemente in fiamme.

Su Rai3 a 'Fuori Tg' le regole del lavoro da casa - A 'EraOra' su Rai RadioLive Malika Ayane

La pandemia non ha cambiato soltanto abitudini, stili di vita, ma anche il modo di lavorare. Sono sempre di più le aziende che utilizzano lo smart working per ridurre il rischio di contagio: ancora oggi, però, mancano regole precise a tutela del lavoratore e soprattutto delle lavoratrici. Uno degli effetti di questo nuovo modo di lavorare è quello dello stress da iperconnessione. Il diritto alla disconnessione è una delle richieste messe in campo anche a livello europeo. Solo con una precisa regolamentazione lo smart working può cambiare in meglio il nostro futuro. Maria Rosaria De Medici ne parla domani, a “Fuori Tg” alle 12.25 su Rai3, con Susanna Camusso, responsabile delle politiche di genere della CGIL, e Maurizio Del Conte, ordinario di diritto del lavoro alla Bocconi.

La puntata di “EraOra", il programma di Maria Cristina Zoppa, in onda su Rai RadioLive domani alle 11, ospita Malika Ayane ed il suo nuovo album – “malifesto” – uscito lo scorso 26 marzo: un inno alla riscoperta del valore delle emozioni e all’importanza di manifestarle, alla leggerezza, il migliore degli atteggiamenti per mettersi di fronte alle cose senza paura, con il coraggio di riconoscersi anche quando tutto attorno cambia. Una fotografia di diversi stati d’animo che la cantante ha deciso, a modo suo, di manifestare. L’album è il suo sesto progetto discografico e contiene il singolo inedito con cui si è esibita al 71° Festival di Sanremo, dal titolo “Ti piaci così”. Sono dieci i brani che Malika Ayane ha scritto e composto, con alcune importanti collaborazioni di artisti come Pacifico, Antonino Di Martino, Colapesce, Daniel Bestozzo e Rocco Rampino.

La Corea, che un tempo era un antico regno tra le montagne, oggi, è una penisola spaccata tra nord e sud dalla guerra. Due paesi divisi da più di 65 anni dalla DMZ, la Zona Demilitarizzata. Una terra isolata dal mondo esterno e libera da ogni interferenza umana, che è diventata un paradiso per la fauna selvatica. Lo racconta il secondo episodio della serie “Wild Corea”, in onda domani alle 14.40 su Rai5.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza