cerca CERCA
Martedì 07 Febbraio 2023
Aggiornato: 23:52
Temi caldi

Calcio: Montella, aspettatevi sorprese di formazione

29 ottobre 2016 | 15.31
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Il tecnico del Milan Vincenzo Montella - AFP

"Probabilmente ci sarà qualche sorpresa sulla formazione di domani". Il tecnico del Milan, Vincenzo Montella, archiviata la sconfitta di martedì sera contro il Genoa, pensa a qualche cambiamento nella sfida di San Siro con il Pescara. "Turnover? È un discorso ampio: nel calcio l'allenatore ha il compito di portare avanti i princìpi di una squadra che passano attraverso i singoli. Portare avanti solo 11 giocatori non porta a grandi risultati, quindi per me è fondamentale apportare dei cambiamenti per crescere come squadra".

"Il ko con il Genoa? Lo abbiamo assorbito bene. Una sconfitta ci può stare, può dare più stimoli ed esperienza. Abbiamo comunque fatto una buona gara e dimostrato uno spirito importante una volta rimasti in 10", ha detto il tecnico a Milan Tv. "Le critiche post gara? Credo che tutto venga rapportato al risultato, ci sta. In quella partita abbiamo commesso alcuni errori ma, va detto, che anche in dieci i ragazzi hanno fatto una grande gara".

Poi sul prossimo avversario Montella ha aggiunto. "Dobbiamo pensare solo alla sfida di domani. La mia testa è volta solo al Pescara: giocano insieme da diverso tempo, non danno punti di riferimento in attacco, giocano con molti centrocampisti, e propongo un bel calcio. Non dobbiamo sottovalutarli. Anzi, dovremo fare le cose al 100% per far emergere tutte le nostre qualità, che sono superiori".

"Cosa chiederò alla squadra? Ci vuole attenzione, concentrazione e pazienza. Ci vuole tanta velocità con la palla, bisogna muoversi tanto, essere molto aggressivi. Non dare tempo al Pescara di riconoscere le proprie giocate. Sto dicendo già troppo. Poi dovranno venir fuori le nostre qualità tecniche, che sono superiori al Pescara", ha proseguito Montella. L'allenatore rossonero dovrà però fare a meno di diversi giocatori. "Di infortunati non ne abbiamo recuperato nessuno. Mati da qualche giorno si allena parzialmente con il gruppo. Ha una voglia smisurata di rientrare e mettersi a disposizione. La tentazione c'è ma sarebbe una forzatura, è ancora presto. Zapata credo che dopo la sosta starà meglio. Abbiamo 6-7 calciatori infortunati, il Milan è questo. Dobbiamo lavorare con questi calciatori credendo in loro per capire la loro reale potenzialità".

Montella ha anche parlato di Marco Verratti. "Non vorrei deludervi. Vorrei in qualche modo rispondere a tutte le domande. Ma è prematuro. Eravamo a un passo da Verratti quando ero alla Fiorentina per prenderlo. Alla fine è andato al Psg perché ha fatto un'offerta migliore". L'allenatore del Milan si è anche espresso sugli episodi arbitrali: "Sinceramente credo che il Milan e anche il sottoscritto abbiano dimostrato di accettare qualsiasi decisione arbitrale. Per gli arbitri è molto complicato. Credo che il Milan abbia subito in un verso e ottenuto in un altro. Non credo che alla fine tutto si equilibri. Dipende dalla circostanza. Sono situazioni di calcio. Se il Milan merita i punti che ha? Credo che alla lunga ognuno ha i punti che merita grossomodo".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza