cerca CERCA
Venerdì 17 Settembre 2021
Aggiornato: 00:02
Temi caldi

Calcio: Montella, col Siviglia ce la giocheremo fino in fondo

13 maggio 2015 | 16.57
LETTURA: 3 minuti

Il tecnico della Fiorentina crede alla finalissima di Europa League nonostante il 3-0 dell'andata: "Venderemo cara la pelle, serviranno equilibrio, orgoglio e dignità"

alternate text
Vincenzo Montella (Infophoto) - INFOPHOTO

"Venderemo cara la pelle, ieri il Bayern ci ha dimostrato che quando un giocatore dà tutto si possono accettare anche le sconfitte. Oggettivamente abbiamo pochissime chance, 10-15%, ma ce le vogliamo giocare tutte fino in fondo". Attaccare a testa bassa per onorare la maglia viola e tentare l'impresa, portare la Fiorentina in finale di Europa League ribaltando lo 0-3 contro il Siviglia subito all'andata. A dare la carica è l'allenatore della Fiorentina, Vincenzo Montella, nella conferenza stampa della vigilia.

"Serviranno tantissimo orgoglio e dignità, oltre a una forza interiore che c'è visto quanto fatto all'andata. Naturalmente dovremo segnare e non subire, ci vuole un pizzico di fortuna ma può arrivare se ce l'andremo a cercare -prosegue il tecnico campano-. Quello che conta è forzare la partita mantenendo l'equilibrio, non è necessario segnare nei primissimi minuti, possiamo segnare anche a fine primo tempo, o a inizio ripresa, gli avversari possono restare in 10, o magari possiamo andare in vantaggio con una autorete o su rigore, l'importante è mantenere l'ottimismo sapendo di dover correre dei rischi ma restando in partita fino alla fine".

"Il Siviglia ha dimostrato di essere una grande squadra ma anche noi abbiamo dimostrato di non essere da meno, servirà cinismo e poi un po' di fortuna, basta un gol per cambiare l'inerzia della partita -evidenzia Montella voglioso di arrivare alla finalissima di Varsavia del 27 maggio-. Questa semifinale vale triplo perché ci darebbe la possibilità di accedere alla Champions con una programmazione economica diversa. Per fare la storia bisogna però crederci, dovrò convincere tutti che possiamo fare l'impresa".

Tornando sulla sfida della scorsa settimana al Ramon Sanchez-Pizjuan, Montella chiarisce: "La città come lo stadio mi ha destato una grandissima impressione, il pubblico ha tifato all'unisono per 90 minuti. Hanno dimostrato di essere una grande squadra concreta, cinica ed equilibrata".

Sull'utilizzo di Ilicic dal primo minuto l'Aeroplanino aggiunge: "Si cercherà di attingere a tutte le risorse che ci sono e a forze fresche. Ci possono essere tante possibilità, si può essere utili anche partendo alla panchina. Sto valutando, non ho ancora deciso la formazione e devo decidere la strategia, se attaccare subito o forzare nel corso della partita. Salah? Ieri aveva qualche problemino, spero sia al 100%".

Infine sull'entusiasmo dimostrato dai tifosi nell'allenamento aperto al pubblico. "A me non piace aprire al pubblico perché con tanto entusiasmo non riesco a incidere nell'allenamento. Rispetto a Firenze dico che devono tutti continuare a incitare la squadra, abbiamo una grandissima possibilità. Più ci avviciniamo all'evento e maggiore è la voglia di rivalsa e di ribaltare un risultato pesante".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza