cerca CERCA
Venerdì 27 Gennaio 2023
Aggiornato: 15:41
Temi caldi

Calcio: Montella, Montolivo perdita importante e Chievo è 'piccola Juve'

15 ottobre 2016 | 13.55
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Il tecnico del Milan Vincenzo Montella - AFP

"Montolivo? E' una perdita importante e che, ahimè, penso peserà moltissimo. Forse più di quanto possa pensare. Qualora dovessimo vincere il pensiero andrà naturalmente lì. Ora pensiamo a lavorare senza Riccardo e senza alibi per nessuno". Lo ha detto il tecnico del Milan, Vincenzo Montella, parlando dell'infortunio del centrocampista rossonero Riccardo Montolivo, alla vigilia della sfida con il Chievo Verona.

Sul supporto psicologico da dare ai calciatori e sugli insulti a Montolivo, l'allenatore ha sottolineato: "Non vanno dimenticati che sono ragazzi che vivono intensamente ad alto livello. Noi dobbiamo cercare di essere da supporto per la loro condizione mentale. Rispetto a Riccardo e a quello che successo i social sono diretti e molto spesso è uno sfogo e neanche chi scrive. Non è detto che siano tifosi, ma magari ragazzini che hanno voglia di prendere in giro una persona famosa".

"Il Chievo Verona è una squadra ostica, è una squadra che sa attendere, essere aggressiva e capire i momenti della partita. E' una squadra particolarmente esperta e una società e un ambiente con grande mentalità. E' una piccola Juve. Maran? Si è parlato molto nell'ultima sessione di mercato di panchine importanti per lui. E' giustamente stimato". In caso di una vittoria con il Chievo ha aggiunto Montella: "Forse potrei veramente sentire profumo d'Europa. Lo vorrei sentire, l'altra volta era un po' una forzatura".

Per quanto riguarda lo schieramento di domani, il tecnico rossonero sembra avere le idee chiare per il centrocampo. "Ballottaggio Sosa-Locatelli? Innanzitutto le chiavi del centrocampo Locatelli le ha già avute. E' entrato nelle ultime partite con il risultato in bilico. Detto questo è un ragazzo con 5 presenze in Serie A di cui 4 con me. E' un dolce scegliere, sono due giocatori che possono giocare in quel ruolo. Di sicuro giocheranno tanto nelle prossime partite perché sono due soluzioni che abbiamo in casa. Lapadula? Anche qui è un dubbio che mi porterò fino a domani. Bacca è tornato un po' stanco, ma è abituato a fare questi viaggi. Lapadula si starà allenando benissimo, ha voglia di spaccare il mondo, a volte anche troppo. Si dovrebbe gestire un po' meglio a livello di energie. E' un ragazzo positivo".

Montella non pensa al big match Napoli-Roma: "Ho messo l'allenamento alle 3, quindi non ci penso -dice sorridendo il tecnico del Milan-. Ho capito la domanda ma non ci pensiamo". L'allenatore non teme un Milan-Udinese bis: "Quella partita non ci piacque. Ogni partita però fa storia a sè. Non c'è un'alchimia, bisogna aver voglia di preparare bene questa partita e aver più voglia di vincere degli avversari". Il problema sarà un po' di stanchezza per i giocatori tornati dalle nazionali: "Questa sosta se non erro ci ha riportato i ragazzi prima della sosta precedente. Detto questo i dati fisici dei giorni di questi allenamenti sono i migliori da quando sono qui. Questo la dice lunga sulla voglia e la preparazione fisica di questi ragazzi".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza