cerca CERCA
Venerdì 27 Gennaio 2023
Aggiornato: 22:19
Temi caldi

Porti: Monti (Civitavecchia), asse con Ortona realtà strategica importante

03 maggio 2016 | 18.45
LETTURA: 3 minuti

alternate text

L'asse Civitavecchia-Ortona è praticamente una realtà. L'unione ideale del Mar Tirreno con il Mar Adriatico è concretamente fattibile. Ne è convinto il Commissario Straordinario dell'Autorità Portuale di Civitavecchia Pasqualino Monti che oggi ha incontrato una delegazione istituzionale della Regione Abruzzo composta da Camillo D'Alessandro, delegato ai Trasporti della Regione Abruzzo, Antonio Nervegna, Coordinatore Commissione porti Regione Abruzzo, Vincenzo D'Ottavio sindaco di Ortona e gennaro Zecca presidente di Confindustria Chieti-Pescara.

L'unione, se così si può chiamare, tra i due porti, secondo Monti sarebbe "un'occasione di servire con due scali, con due nodi strategici lo stesso mercato, il mercato di Roma, in modo non concorrenziale ma in modo complementare. - ha detto Monti all'Adnkronos - Noi vediamo in Ortona la possibilità di unire idealmente il Mare Tirreno con il Mar Adriatico attraverso due scali".

"Amo sempre fare l'esempio del traffico dalla Turchia - ha proseguito Monti - oggi arriva a Brindisi, per poi salire su gomma a Civitavecchia per poi raggiungere Barcellona. Mentre avendo Ortona come porto di collegamento nel Mar Adriatico con Civitavecchia si risparmierebbero circa mille km di autostrada, e questo ha un impatto importante perché i veicoli che dalla Turchia si muovono verso la Spagna sono un numero importante".

Monti ha poi spiegato che nella riforma dei porti in realtà "è prevista l'annessiione del porto di Ortona e di quello di Pescara all'autorità portuale di Ancona. Ma sono convinto che il voto in commissione permanente Stato Regioni, che prevede la possibilità per le regioni di scegliere in accordo con la regione ospitante in questo caso il Lazio, sarà a favore di Ortona. Una scelta concreta quella dell'Abruzzo di annettersi al Lazio e quindi al network Civitavecchia - Fiumicino - Gaeta".

"Credo che questa annessione rispetto all'emendamento previsto nella riforma sia ormai una realtà - ha concluso Monti - aspettiamo che la norma passi nelle commissioni parlamentari e dopo il consiglio dei ministri e vedremo quale sarà l'esito del percorso, ma credo sarà positivo". Una strada quella dell'unione delle due porti che anche D'alessandro ha assicurato di voler intraprende evidenziando l'importanza per lo scalo abruzzese di tale possibilità, tanto che è stato già raggiunto un patto tra le due regioni.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza