cerca CERCA
Lunedì 30 Gennaio 2023
Aggiornato: 23:59
Temi caldi

Porti: Monti (Civitavecchia), riforma importante passo per semplificazione

03 maggio 2016 | 16.07
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Pasqualino Monti, Commissario straordinario dell'Autorità Portuale di Civitavecchia

Semplificazione per competitività ed efficienza. Questi i passi importanti della riforma per il Piano Nazionale Strategico della Portualità e della Logistica messi in risalto da Pasqualino Monti, Commissario straordinario dell'Autorità Portuale di Civitavecchia e presidente di Assoporti. "La riforma e' un primo passo importante - ha detto all'Adnkronos Monti a margine di incontro con una delegazione proveniente dalla Regione Abruzzo, in visita al porto di Civitavecchia - perché prevede alcune norme che potenziano i ruoli delle autorità portuali, facilitano i controlli nell'ambito portuale, che semplificano e dotano i porti di quelle potenzialità che oggi i nostri scali non hanno".

"Ad oggi servono 17 timbri per sdoganare una merce - ha spiegato Monti - domani ne servirà solo uno perché ci sarà un'unica autorità di controllo in ambito portuale che è l'agenzia delle dogane, la quale annetterà a se tutte le altre istituzioni che oggi concorrono allo sdoganamento delle merci".

"Ci sarà quindi uno sportello unico dei controlli, uno sportello unico doganale, uno sportello unico amministrativo - ha aggiunto il presidente di Assoporti - ci sarà la possibilità di dragare i nostri porti con norme più semplici, la possibilità di approvare i piani regolatori con norme più semplici, la possibilità anche di avere un elemento che selezioni la spesa e non consenta ai singoli porti di costruire tante infrastrutture, creando un 'over capacity' di cui il paese non ha bisogno".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza