cerca CERCA
Mercoledì 26 Gennaio 2022
Aggiornato: 16:20
Temi caldi

59 anni

Morto Massimo Marino, volto delle tv locali romane

20 aprile 2019 | 11.02
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Foto dal profilo Facebook di Massimo Marino)

E' morto Massimo Marino, noto conduttore televisivo romano. A darne notizia su Facebook la sua compagna. Nato l'8 febbraio del 1959, era cresciuto nel quartiere Tufello. Nel 1989 aveva fondato la rivista free press ViviRoma Magazine, dove si trovano consigli su come trascorrere le serate tra locali, ristoranti e discoteche nella Capitale. L'esordio in tv era arrivato nel 1995, conducendo il programma ViviRoma Television (che andava in onda su alcune emittenti locali romane) - in cui in giro per discoteche e locali intervistava proprietari, gestori ma anche modelle e pornostar. Dall'approccio genuino, di Marino molti ricordano il suo saluto 'A Frapp'' prima della pubblicità accompagnato da un suo inconfondibile gesto con la mano o il 'Bella frate''.

"Un'anima meravigliosa ci ha lasciato. Dopo una battaglia senza tregua, affrontata da vero guerriero, Massimo Marino ha abbandonato questa vita terrena", si legge nel post della compagna. "Il suo spirito ora è finalmente in pace. Rimane un vuoto incolmabile per me, per la famiglia e per tutti quelli che lo hanno amato, ma so che avrebbe voluto un epilogo leggero come nel suo stile di persona solare e positiva e quindi mi sento di chiudere con uno dei suoi slogan più conosciuti: bella fratè, enjoy! Miria la sua compagna di vita", conclude.

Marino aveva anche recitato accanto a Carlo Verdone, nel 2008, in 'Grande, grosso e... Verdone', cui sono seguiti 'Un'estate al mare', 'A Natale mi sposo', 'Una cella in due', 'Matrimonio a Parigi' e 'Uno anzi due'.

Negli anni aveva tentato anche di intraprendere la via politica, sostendendo Walter Veltroni alle elezioni comunali di Roma del 2006, Francesco Rutelli in quelle del 2008 ed Emma Bonino nel 2010. Alle comunali del 2013 aveva sostenuto la lista autonoma 'Alfio Marchini Sindaco', senza però candidarsi.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza