cerca CERCA
Venerdì 20 Maggio 2022
Aggiornato: 11:47
Temi caldi

Vienna: muore a 89 anni l'ultimo parente di Anna Frank

17 marzo 2015 | 21.27
LETTURA: 3 minuti

Si chiamava Buddy Elias e faceva l'attore. Era il cugino della giovane ebrea uccisa a 15 anni dai nazisti, ed è citato più volte nel celeberrimo diario, scritto durante il periodo trascorso nel nascondiglio ad Amsterdam dalla famiglia Frank. In vita è stato accanito sostenitore dei diritti della società civile, e attivista contro le discriminazioni razziali.

alternate text
Buddy Elias

L'ultimo parente ancora in vita di Anna Frank, l'attore Buddy Elias, è morto all'età di 89 anni. Lo ha reso noto oggi una fondazione di beneficienza. La Anne Frank Fonds, un'organizzazione di beneficenza fondata per i giovani scrittori ebrei, ha riferito che nel corso della sua vita Elias è stato un accanito sostenitore dei diritti della "società civile, del dialogo e dell'educazione contro la discriminazione".

Avendo ricoperto un incarico di rilievo nella fondazione, Elias era responsabile delle varie pubblicazioni del diario di Anna Frank - scritto ad Amsterdam durante il periodo in cui lei e la sua famiglia si nascondevano dai nazisti- e dei suoi adattamenti a serie o spettacoli e film. Per tutta la vita promotore dell'eredità lasciata da Anna Frank, Buddy Elias trascorse molti anni scrivendo e rilasciando interviste sull'Olocausto e su sua cugina. "Arriverà il giorno in cui saremo di nuovo 'persone' e non più 'ebrei'" era una delle sue frasi preferite tratte dal diario scritto dalla Frank, come aveva detto nel corso di un'intervista al giornale tedesco Der Spiegel nel 2012.

Nato nel 1925 a Francoforte, Elias visse i primi anni della sua vita insieme alle cugine Anna e Margot Frank. Nel 1931, la sua famiglia emigrò in Svizzera. Anna Frankparla di lui molto spesso nel suo diario. In un capitolo, la giovane immagina loro due, insieme, pattinare sul ghiaccio. La famiglia Frank volò in Belgio per scappare dalle persecuzioni naziste contro gli ebrei. Dopo circa due anni nel nascondiglio, la giovane fu deportata nel 1944 e con tutta probabilità morì, all'età di 15 anni, nel campo di concentramento di Bergen-Belsen poco dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza