cerca CERCA
Lunedì 25 Ottobre 2021
Aggiornato: 06:00
Temi caldi

Calcio

Mussolini jr nella Primavera della Lazio

02 febbraio 2021 | 10.52
LETTURA: 1 minuti

Indiscrezione del Messaggero, la mamma Alessandra commenta all'Adnkronos: "Io ne sto fuori, sulla sua vita e sulle sue cose non vuole alcuna intromissione"

alternate text
Foto Fotogramma

"Rischio strumentalizzazioni? Non c'è nulla da commentare, è un tema da cui preferisco stare fuori. Sulla sua vita e sulle sue cose, mio figlio non vuole alcun tipo di intromissione". Così all'Adnkronos Alessandra Mussolini, nipote del Duce, commenta la notizia di suo figlio Romano entrato a far parte della Primavera della Lazio. "Lazio, c'è un Mussolini in panchina", ha titolato questa mattina il Messaggero.

Romano è figlio di Alessandra Mussolini e Mauro Floriani, terzino destro del 2003 che gioca nel club capitolino. E' il pronipote del Duce e ha scelto anche il doppio cognome.

"Un cognome pesante e un accostamento pericoloso - scrive il Messaggero - un luogo comune spesso rigettato dalla gran parte del popolo biancoceleste che nell'equazione 'laziale e fascista' non si ritrova". Di ruolo Romano fa il terzino destro, ma gioca anche da centrale difensivo. Il giovane, bravo a scuola (frequenta l'ultimo anno del St George British School), vuole diventare un calciatore professionista.

"Il cognome è ingombrante - si legge - ma non gli importa molto. Tanto che li ha scelti tutti e due e sulla distinta di gara è scritto chiaramente Romano Floriani Mussolini...".

CAIO MUSSOLINI: "SPERO IN CARRIERA LUMINOSA"

"Dato che gioca per la prima squadra della Capitale, sulla maglietta può metterci 'Romano'. Ma cambierebbe poco o nulla. Con tutti i problemi che abbiamo come Paese, mi pare davvero assurdo discutere di queste cose. Da laziale, spero comunque che Romano sia davvero bravo e che abbia una lunga e luminosa carriera", afferma all'Adnkronos Caio Giulio Cesare Mussolini, pronipote di Benito Mussolini e nipote di Alessandra.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza