cerca CERCA
Lunedì 23 Maggio 2022
Aggiornato: 18:46
Temi caldi

Musulmani in festa per la fine del Ramadan, discordia tra sunniti e sciiti sulla data precisa

28 luglio 2014 | 13.29
LETTURA: 3 minuti

Mentre per gran parte della comunità sunnita l'Eid al-Fitr, la festa che mette fine al mese del digiuno, cade oggi, la comunità sciita, sebbene non compatta, festeggerà domani (FOTO)

alternate text
(Foto Xinhua)

C'è discordia tra sunniti e sciiti in merito alla fine del Ramadan. Mentre per gran parte della comunità sunnita l'Eid al-Fitr, la festa che mette fine al mese del digiuno, cade oggi, la comunità sciita, sebbene non compatta, festeggerà domani. In Libano, ad esempio, la locale Dar al-Fatwa, l'autorità sunnita incaricata di emettere gli editti religiosi, ha fissato per oggi la festa, proprio come in Arabia Saudita. Ma l'Alto consiglio islamico sciita ha dato indicazioni diverse ai fedeli, affermando che bisogna digiunare anche oggi e solo domani si potrà festeggiare. (FOTO)

Questa indicazione è conforme a quella dell'Iran, il principale paese musulmano sciita, dove l'Eid si festeggia domani. Ma l'ufficio del defunto imam Sayyed Mohammad Hussein Fadlallah, punto di riferimento della comunità islamica sciita libanese morto nel 2010, ha un parere diverso. L'ufficio concorda infatti con la leadership sunnita e ha annunciato che l'Eid al-Fitr cade oggi.

L'inizo e la fine del Ramadan sono spesso oggetto di controversia, anche all'interno delle stesse sette islamiche. Le date vengono infatti fissate in base all'osservazione della luna e a calcoli astronomici, che a volte non coincidono. L'Eid si festeggia oggi, ad esempio, in Yemen, Egitto e Qatar, ma anche in Francia e in Italia. In questi paesi non è stato possibile osservare la luna e si è fatto quindi ricorso a calcoli astronomici. In altri paesi, ci si è invece basati sull'avvistamento a occhio nudo della prima falce di luna.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza