cerca CERCA
Lunedì 10 Maggio 2021
Aggiornato: 08:32
Temi caldi

Napoleone: l'Imperatrice Joséphine la 'grand-mère' d'Europa

30 aprile 2021 | 14.45
LETTURA: 3 minuti

alternate text
L’erede al trono di Svezia Victoria al suo matrimonio indossa la tiara di camei e perle dell’Imperatrice Joséphine. - (Fotogramma/Ipa)

E' stata l'unico, vero grande amore dell'Imperatore dei francesi, Marie Josèphe Rose de Tascher de La Pagerie vedova del visconte de Beauharnais, ghigliottina dalla Rivoluzione, e duchessa di Navarra. Strano e affascinante destino il suo. Ripudiata dall'Imperatore per non essere riuscita a dare alla Francia l'agognato erede (l'Aiglon nascerà solo più tardi, frutto di un secondo matrimonio di Napoleone con Maria Luisa d'Austria), 'la vieille épouse', la moglie agée, anche se aveva solo 46 anni, sembra essersi riscattata, suo malgrado.

A distanza di due secoli nei troni delle maggior famiglie europee, dal Belgio alla Svezia, dal Lussemburgo alla Norvegia e alla Grecia, dalla regione tedesca di Baden -Wutterberg alla Russia dei Romanov scorre sangue creolo e francese. Meravigliosa rivalsa per Josephine che nel settembre del 1809 fu costretta a lasciare le Tuileries e rifugiarsi alla Malmaison singhiozzando tra le braccia della sua amica e confidente Laure Junot d'Abrantès "sono stata tacciata di sterilità, sono stata cacciata vergognosamente dal talamo di colui che un giorno mi incoronò imperatrice...".

Da Ortense discendono Napoleone III e il duca di Morny

I maggiori rappresentanti delle corti d'Europa discendono tutti da Eugène e Hortense di Beauhrnais, figli di primo letto dell'Imperatrice. Hortense, figlia adottiva dell'Imperatore, fu costretta ad andare in sposa a Luigi Bonaparte, personalità meschina, invidiosa, re d'Olanda e padre di quello che diventerrà un giorno, con un colpo di Stato, imperatore dei Francesi, Napoleone III. Dal suo amante, il colonnello Charles Joseph comte de Flahaut (si diceva fosse figlio illeggittimo di Talleyrand) ebbe Charles Auguste Louis Joseph, creato duc de Morny, la cui famiglia, tra alti e bassi sopravvisse fino alla fine della seconda guerra mondiale. Sua figlia Sophie Mathilde (Missy) de Morny fu la scandalosa compagna per lunghi anni della scrittrice Colette.

Ma si deve al primogenito, il fascinosissimo vicerè d'Italia, Eugène de Beauharnais, amato da Napoleone come un figlio, e alla sua consorte Augusta di Baviera, grazie a matrimoni e alleanze, la presenza non soltanto in Europa della discendenza di Joséphine. Dal loro matrimonio nascono 6 figli. Amèlie sposa l'imperatore del Brasile Pietro I, già Pietro IV del Portogallo, e viene incoronata imperatrice del Brasile, il giovane Augusto è principe consorte di Maria II regina del Portogallo, Eugenia diventa principessa di Hohenzollern-Hechingen e fu amica di Hector Berlioz e Franz Liszt, assidui frequentatori del suo salotto a villa Eugenia.

Doppio matrimonio in Svezia tra i Bernadotte, generale di Napoleone e una nipote di Eugenio di Beauharnais

Teodolinda sposa il conte di Wurttemberg (l'attuale maison è oggi guidata dal conte Karl e da Diana di Francia, figlia dei conti di Parigi), Massimiliano, duca di KLeuchtenberg raggiunge la Russia per unirsi in matrimonio a Maria Nikolaevna Romanova, figlia di Nicola I di Russia, ebbero 7 figli, ma non fu un matrimonio felice. Unione baciata dalla fortuna, invece, quella tra Joséphine de Leutchemberg, il nome in onore della nonna, e Oscar I di Svezia, unico figlio di Desirée Clary, fidanzata ripudiata di Napoleone a andata in sposa a Jean Bernadotte, generale di Francia e Maresciallo dell'Impero, da cui discende l'attuale sovrano di Svezia, Carlo XIV Gustavo, i figli, la principessa ereditaria Vittoria, il principe Carlo Filippo, duca di Varmland e la principessa Maddalena, duchessa di Halsingland e Gastriklan.

E all'ex imperatrice francese si deve il prezioso scrigno di gioielli ancor oggi di proprietà dei discendenti Bernadotte. In particolare la tiara di camei e perle, inossata dalla regina di Svezia e dalla primogenita Vittoria al loro matrimoni, la demi-parure di ametiste e diamanti o quella di zaffiri e diamanti accanto al diadema 'fringe' (punte e frecce di diamanti) appartenuti a Maria Pavlovna di Russia.

Ma i gioielli di Joséphine de Beauharnais sono giunti anche in Danimarca (i rubini di Désirée Clary sfoggiati all'incoronazione dell'Imperatore) sono stati donati da Ingrid di Svezia, madre scomparsa dell'attuale sovrana Margrethe, a Mary Donaldson, futura regina e sposa del nipote Federick, principe ereditario di Danimarca, mentre la regina di Norvegia Sonja predilige portare nelle cerimonie ufficiali portare gli splendidi smeraldi dell'Imperatrice.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza