cerca CERCA
Sabato 16 Ottobre 2021
Aggiornato: 00:32
Temi caldi

Napoli, 39enne muore dopo due mesi e mezzo di ricoveri

13 ottobre 2020 | 14.58
LETTURA: 2 minuti

Familiari presentano denuncia

alternate text
Immagine di repertorio (Fotogramma)

Entrata in ospedale a luglio, lamentando affanno e spossatezza, è morta dopo due mesi e mezzo di ricoveri in diverse strutture e in circostanze "tutte da chiarire". I familiari di una 39enne di Torre del Greco (Napoli), assistiti dagli avvocati dello Studio3A, hanno presentato una denuncia ai Carabinieri della stazione di Torre del Greco, a seguito della quale la Procura di Napoli ha aperto un'indagine ipotizzando il reato di omicidio colposo, per ora contro ignoti. La 39enne, stando a quanto riferito dalla sorella nella denuncia, a luglio aveva accusato affanno, problemi respiratori e difficoltà a camminare.

Il 18 luglio, si legge in una nota dello studio legale, "si era rivolta al pronto soccorso dell’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia. Qui, dopo averla sottoposta alla Tac e ai vari accertamenti del caso, le riscontrano una polmonite e il 21 luglio la trasferiscono d'urgenza nel reparto di Pneumologia dell’ospedale di Boscotrecase, dove rimane per circa 15 giorni, sotto cura di antibiotici. Il 4 agosto, però, alla paziente diagnosticano un blocco renale e viene quindi ricondotta al San Leonardo per sottoporla a dialisi in quanto i reni non rispondono".

Ma nell’effettuarla, sempre secondo la denuncia presentata ai Carabinieri e stando a quanto riportato nella nota dello studio legale, "i medici le avrebbero 'bucato' inavvertitamente l’aorta all'altezza della gamba destra. I sanitari tentano di tamponare la ferita, ma si forma un evidente ematoma e dopo una Tac l'8 agosto si decide per un ulteriore trasferimento della 39enne nel reparto di Chirurgia vascolare dell’Ospedale del Mare di Napoli, a Ponticelli. L'indomani viene operata all’arto inferiore per chiudere la vena: l'intervento sembra riuscito, ma alcuni giorni dopo subentra un’infezione da cui non uscirà più". I familiari, si legge nella nota, ricevono la notizia del decesso la mattina del 3 ottobre e il giorno stesso hanno presentato denuncia. Il pm ha disposto l'autopsia sulla salma per la quale ha conferito oggi l'incarico.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza