cerca CERCA
Mercoledì 18 Maggio 2022
Aggiornato: 21:46
Temi caldi

Napoli, Brambilla all'Adnkronos: "De Magistris ha abbandonato le periferie"

12 maggio 2016 | 18.48
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Al sindaco uscente Luigi De Magistris "do un'insufficienza scarsa. Io abito in periferia, lì non lo abbiamo mai visto, né abbiamo visto le cose fatte da questo sindaco per le periferie. Ecco, il peccato originale di De Magistris è questo: lui ha abbandonato le periferie e poi cavalca il popolo". Lo dice il candidato sindaco M5S, Matteo Brambilla, ospite dello speciale 'Adnkronos comunali 2016'.

A chi gli chiede cosa faranno i 5 Stelle se non dovessero arrivare al ballottaggio, "noi andremo al ballottaggio - si dice convinto - Se, nella fantascienza, parliamo di Matrix, non dovessimo farcela, non daremo indicazioni, perché i cittadini voteranno per i loro stessi interessi. Se penseranno che qualcuno dei candidati potrà fare gli interessi della città, lo voteranno. Noi non siamo un partito, non facciamo apparentamenti e non diamo indicazioni di voto. Noi reputiamo le persone che votano abbastanza intelligenti per decidere".

PIZZAROTTI, SE HA SBAGLIATO NE RISPONDERA' - "Il sindaco di Parma è indagato per un problema formale rispetto alla nomina di un direttore di un teatro. Se verranno accertate delle irregolarità, chiederemo un passo indietro come abbiamo fatto in altri casi. Quanto arriva un avviso di garanzia si vedono le carte e si valuta se ci sono delle responsabilità" dice Brambilla. "Come dichiarato da Nogarin - dice Brambilla rispolverando un altro caso analogo - se ci sono delle responsabilità, lui si dimetterà prima del rinvio a giudizio". A chi gli chiede se la questione morale, per il M5S, riguardi sempre e solo gli altri partiti, "innanzitutto bisogna capire di che reati stiamo parlando".

CAMPAGNE ELETTORALI MILIONARIE, CHE TORNACONTO HANNO?- Per la campagna elettorale del M5S a Napoli "abbiamo un budget low cost, noi rinunciamo ai finanziamenti pubblici - dice Brambilla -. Attingiamo alle donazioni, alla raccolta fondi. Gli altri candidati fanno campagne milionarie e vorrei capire che tornaconto hanno, visto che un consigliere comunale o un sindaco non guadagnano abbastanza per spiegare queste campagna elettorali milionarie".

GRILLO NON E' IL PADRONE, L'HO VISTO SOLO IN TEATRO - Beppe Grillo? "In passato l'ho visto nei suoi spettacoli, come spettatore. Il 17 maggio sarà a Napoli, andrò con mia moglie" dice candidato sindaco del M5S a Napoli. Dopo aver vinto le comunarie M5S partenopee a sorpresa "non l'ho sentito, perché Grillo è il garante del M5S, non è padrone di niente, non è un capo di un partito" e "non ci sono necessità di sentirlo". "Fico e Di Maio - aggiunge rispondendo a una domanda sui rapporti con il direttorio - sono venuti all'inaugurazione della campagna elettorale fatta sul lungomare. Sono dei portavoce, rappresentanti dei cittadini nelle istituzioni come lo sarò io, ho il loro appoggio pieno".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza