cerca CERCA
Lunedì 06 Febbraio 2023
Aggiornato: 23:46
Temi caldi

Napoli, concussione e falso ideologico: arrestati due marescialli polizia locale

25 giugno 2014 | 14.39
LETTURA: 2 minuti

Il titolare di una rivendita di auto è stato indotto dai due a corrispondere loro, in più occasioni, somme indebite di denaro per essere agevolato nell'esecuzione del provvedimento di sequestro preventivo della rivendita disposto dal Gip per abusi edilizi

alternate text

I carabinieri del Comando Provinciale di Napoli Compagnia 'Vomero' hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal Gip del Tribunale di Napoli, nei confronti di due marescialli della Polizia Locale di Napoli, Uote, per i reati di concussione per induzione e falso ideologico in atti pubblici.

Le indagini hanno consentito di accertare che il titolare di fatto di una rivendita di auto è stato indotto dai marescialli della Polizia Locale a corrispondere loro, in più occasioni, somme indebite di denaro per essere agevolato nell'esecuzione del provvedimento di sequestro preventivo della rivendita disposto dal Gip per abusi edilizi. In particolare omettendo di dare effettiva esecuzione al provvedimento di sequestro e facendo apparire come eseguito lo sgombero, in realtà mai effettuato, dell'area utilizzata per l'esposizione delle auto nella quale l'attività commerciale era proseguita illegittimamente.

"L'applicazione della misura coercitiva degli arresti domiciliari - si legge nella nota - si è resa necessaria per evitare la commissione di ulteriori reati da parte degli indagati che operano nel settore dell'antiabusivismo edilizi, essendosi accertato che le condotte delittuose per cui si procede sono state reiterate nel tempo".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza