cerca CERCA
Lunedì 27 Settembre 2021
Aggiornato: 05:14
Temi caldi

Napoli, partorisce e cerca di gettare neonato nella spazzatura

06 dicembre 2016 | 10.10
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(Foto Fotogramma)

Stava per buttare nel cassonetto della spazzatura un sacchetto con all'interno il bimbo appena partorito. Alcuni militari, impegnati nell'operazione 'Strade Sicure', sono intervenuti verso le 3.15 su segnalazione di alcuni cittadini che hanno notato, in piazza Garibaldi, una donna straniera, probabilmente dell'Europa Orientale, sporca di sangue con un sacchetto di plastica in mano, anch'esso macchiato di sangue.

I militari, che hanno avvicinato la donna scoprendo che nel sacchetto c'era un neonato di sesso maschile, hanno prestato una prima assistenza, accompagnando il bambino e la madre al riparo all'interno della stazione ferroviaria di Napoli Centrale, chiedendo immediatamente l'intervento di un'ambulanza e allertando la centrale operativa della Polizia di Stato, intervenuta con una volante. La donna e il bimbo sono poi stati portati all'ospedale Loreto Mare, dove i sanitari hanno accertato che il neonato era stato appena partorito proprio dalla donna.

Il bimbo è stato quindi sottoposto alle cure mediche ed è in buona salute. La madre, una cittadina ucraina di 37 anni, è stata ricoverata ed è attualmente piantonata in stato di arresto in quanto ritenuta responsabile del reato di tentato infanticidio. Appena la notizia si è diffusa in Questura, è iniziata tra i poliziotti una spontanea colletta per provvedere alle esigenze del bimbo.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza