cerca CERCA
Sabato 21 Maggio 2022
Aggiornato: 21:51
Temi caldi

Nautica: Italia al vertice per costruzione yacht, ora guarda al refit

16 febbraio 2014 | 14.00
LETTURA: 2 minuti

Gli yacht si producono e si vendono ancora e gli ordini nei cantieri rimangono abbastanza stabili ma, ora più che in passato, spesso gli armatori anziché comperare un'imbarcazione nuova preferiscono rinnovare quella che hanno già. Una buona notizia per chi opera nel refitting, nella manutenzione, specialmente in Italia, perché il 48% della flotta mondiale ha scelto il proprio home port in Europa e principalmente nel Mediterraneo. E' quanto risulta dai dati resi noti a Yare 2014, evento business dedicato al mondo del refit e dell'aftersales del settore super e megayacht, che si è svolto a Viaregggio dal 3 al 7 febbraio.

L'Italia nella costruzione di yacht è al vertice mondiale. Oltre il 30% dei 4.700 grandi yacht che solcano i mari di tutto il mondo è stato costruito da cantieri italiani, oltre il 60% della tecnologia presente a bordo dell'intera flotta è made in Italy.

Secondo Will Mathieseon, esperto del settore, intervenuto a Yare, nonostante la gravissima crisi di questi anni ''l'Italia rimane il numero uno al mondo tra i costruttori sia in termini di lunghezza che per il numero di yacht in costruzione. Il paese ha consegnato fino a oggi l'impressionante numero di 1.415 superyacht per una lunghezza complessiva di 53.478 metri Si tratta di una quota del 29% di della flotta esistente. E ha 151 superyacht in costruzione, condivisi tra 30 cantieri navali, l'anno scorso ha consegnato un numero tale d'imbarcazioni da conquistare una forte leadership: 60 superyacht (43,5%)''. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza