cerca CERCA
Giovedì 21 Ottobre 2021
Aggiornato: 10:39
Temi caldi

Basket: Nba, Harden calibro 44 e i Rockets battono i Pacers

24 marzo 2015 | 12.11
LETTURA: 3 minuti

Il 'barba' firma 44 punti e serve 7 assist e per l'ottava volta in stagione supera quota 40. Tra i texani ottime prove anche di Josh Smith (18 punti, 5 rimbalzi e 3 assist) e Donatas Motiejunas (17 punti, 3 assist e 3 recuperi)

alternate text
James Harden(Infophoto) - INFOPHOTO

E' ancora una prova stellare di James Harden a trascinare al successo gli Houston Rockets (47-23), che si impongono in trasferta sul campo degli Indiana Pacers (30-40) per 110-100. Il 'barba' firma 44 punti e serve 7 assist e per l'ottava volta in stagione supera quota 40. Tra i texani ottime prove anche di Josh Smith (18 punti, 5 rimbalzi e 3 assist) e Donatas Motiejunas (17 punti, 3 assist e 3 recuperi). Per Indiana, giunta al sesto ko consecutivo, non bastano i 23 punti e 5 assist di CJ Watson e i 20 punti e 6 rimbalzi di George Hill.

Quarta sconfitta di fila per i New York Knicks (14-57) sconfitti 103-82 al Madison Square Garden dai Memphis Grizzlies (50-21), che conquistano la matematica certezza di un posto ai play-off. Per la squadra di Derek Fisher inutili le buone prove di Langston Galloway (19 punti, 7 rimbalzi e 5 assist) e di Andrea Bargnani (18 punti, 4 assist e 2 stoppate). Per i Grizzlies, che spaccano la partita nel terzo quarto, allungando dal +2 dell'intervallo al +13, sugli scudi i 'lunghi' Zach Randolph (23 punti e 7 rimbalzi) e Marc Gasol (21 punti e 8 rimbalzi).

Centrano i play-off anche i Chicago Bulls (43-29) grazie al successo per 98-86 su Charlotte (30-39). I 'tori' ringraziano la serata di vena di Nikola Mirotic (28 punti e 8 rimbalzi) e Pau Gasol (27 punti, 12 rimbalzi e 4 stoppate). Per gli Hornets il top scorer è Kemba Walker a quota 29.

Sesta vittoria consecutiva dei lanciatissimi Golden State Warriors. La squadra con il miglior record di tutta la Nba (57-13) passeggia contro i malcapitati Washington Wizards (40-31) asfaltati con un eloquente 107-76. A guidare i californiani il solito Stephen Curry (24 punti, 6 assist e 5 rimbalzi), principale candidato al titolo di Mvp. La franchigia della Capitale resta in partita solo nel primo tempo chiuso sotto di sole tre lunghezze sul 52-49, poi nel terzo periodo subisce un pesante parziale di 29-8 ed esce di partita.

Infine successi in trasferta per Boston e Minnesota. I Celtics (31-39) che rinunciano al contributo di Gigi Datome, si impongono 110-91 ai Brooklyn Nets (29-40) grazie alla tripla doppia di Evan Turner (19 punti, 12 assist e 10 rimbalzi). I Timberwolves (16-54) passano alla Energy Solutions Arena dopo un tempo supplementare contro gli Utah Jazz (31-39) trascinati dai 'rookie' Zach LaVine (27 punti) e Andrew Wiggins (22 punti e 7 rimbalzi).

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza