cerca CERCA
Martedì 16 Agosto 2022
Aggiornato: 08:37
Temi caldi

Basket: Nba, super Westbrook trascina i Thunder al successo sugli Hawks

21 marzo 2015 | 09.05
LETTURA: 3 minuti

L'uomo mascherato colpisce ancora. Giocando ancora una volta con la protezione al volto, che usa dopo l'operazione allo zigomo, il numero zero di Oklahoma City regala il successo alla sua squadra su Atlanta Hawks. Vittoria per gli Spurs di Belinelli sui Celtics di Datome

alternate text
Russell Westbrook immagine di repertorio (Infophoto) - INFOPHOTO

L'uomo mascherato colpisce ancora. Giocando ancora una volta con la protezione al volto, che usa dopo l'operazione allo zigomo, Russell Westbrook mette a referto la nona tripla doppia della stagione (la 17esima in carriera) e trascina gli Oklahoma City Thunder (39-30) al successo casalingo per 123-115 sugli Atlanta Hawks (53-16).

Il numero zero segna 36 punti, serve 14 assist e cattura 10 rimbalzi e soprattutto è decisivo con ben 17 punti nell'ultimo periodo per portare al successo la sua squadra scesa in campo dopo la pessima notizia che l'altra stella della squadra, Kevin Durant, potrebbe aver chiuso anzi tempo la sua stagione per l'infortunio al piede. Tra i Thunder, che avvicinano i play-off, ottime prove anche per Dion Waiters (26 punti) e Anthony Morrow (21 punti).

Marco Belinelli vince il derby con Gigi Datome. I suoi San Antonio Spurs (43-25) si impongono 101-89 sul parquet amico dell'AT&T Center ai Boston Celtics (30-38) dell'ex Virtus Roma. I due azzurri non brillano particolarmente: il bolognese firma una prova da 5 punti (con un modesto 2/10 al tiro) e 5 rimbalzi in 24 minuti, mentre il sardo gioca solo 6 minuti senza realizzare punti. Per i campioni Nba in carica il migliore è Kawhi Leonard (22 punti e 7 rimbalzi), mentre alla franchigia della Massachussets non bastano i 17 punti di Evan Turner.

Andrea Bargnani non riesce ad evitare il ko ai suoi Knicks sul campo dei 76ers. New York (14-55) perde 97-81 a Philadelphia (17-52) malgrado i 17 punti e 6 rimbalzi del 'mago' e i 25 punti e 6 rimbalzi di Alexey Shved. Per la franchigia della Pennsylvania sugli scudi Nerlens Noel (23 punti e 14 rimbalzi) e Ish Smith (15 punti e 9 assist). Ci vogliono tre tempi supplementari ai Brooklyn Nets (28-39) per superare 129-127 i Milwaukee Busks (34-35), giunti al quinto ko consecutivo. Al Barclays Center i Nets si impongono grazie alla serata di vena di Brook Lopez (32 punti e 18 rimbalzi) e Thaddeus Young (24 punti). Amaro il ritorno da ex a Brooklyn per Jason Kidd, coach dei Bucks, a cui non bastano i 29 punti, 8 rimbalzi e 6 assist di Khris Middleton e i 23 punti e 14 rimbalzi di Giannis Antetokounmpo. Quarto successo di fila per i Golden State Warriors (55-13) che sconfiggono alla Oracle Arena i New Orleans Pelicans (37-32), falcidiati dalle assenze di Anthony Davis, Jrue Holiday e Omer Asik, con il punteggio di 112-96. Per i 'guerrieri' il top scorer è Harrison Barnes a quota 22.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza