cerca CERCA
Domenica 23 Gennaio 2022
Aggiornato: 12:44
Temi caldi

‘Ndrangheta: Mancuso in carcere a Rebibbia, era stato arrestato in Argentina

20 febbraio 2015 | 14.39
LETTURA: 2 minuti

E’ rientrato in Italia e ora si trova nel carcere di Rebibbia, a Roma, Pantaleone Mancuso, 54enne dell’omonima cosca del vibonese, conosciuto come “L’ingegnere”, latitante fino all’agosto dello scorso anno.

Era stato arrestato in Argentina per falso documentale e immediatamente erano scattate le azioni di cooperazione internazionale per l’estradizione. Mancuso deve rispondere del tentato omicidio di Romana Mancuso e del figlio Giovanni Rizzo, avvenuto a Nicotera il 26 maggio 2008, detenzione e porto illegale di armi da fuoco, anche da guerra, e spari in luogo pubblico in concorso con il figlio Giuseppe Salvatore Mancuso, 26 anni, detenuto per altra causa, tutti reati aggravati dal metodo mafioso. Pantaleone Mancuso era irreperibile dal 6 febbraio dello scorso anno, quando venne emessa l’ordinanza di custodia cautelare, e dichiarato latitante il 3 aprile seguente. Oggi i poliziotti della Squadra mobile di Catanzaro e di Vibo Valentia, in collaborazione con la Polaria di Roma Fiumicino gli hanno notificato il provvedimento cautelare emesso dalla Procura distrettuale antimafia di Catanzaro e portato in carcere.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza