cerca CERCA
Mercoledì 08 Febbraio 2023
Aggiornato: 02:20
Temi caldi

Nei siti Unesco di Napoli e Campania il quarto Forum Universale delle Culture

03 aprile 2014 | 17.11
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Un fitto dialogo tra popoli, culture, lingue e religioni. Un confronto serrato che abbraccia varie discipline e che ruota intorno a cinque grandi aree di riflessione: diversità culturale, condizioni per la pace, sviluppo sostenibile, conoscenza e mare. Napoli e la Campania sono protagonisti della IV edizione, la prima che si svolge in Italia, del Forum Universale delle Culture. L'iniziativa, ideata dalla Fundacion Forum Universal de les Cultures di Barcellona e promossa dall'Unesco, prende il via appunto nei siti Unesco di Napoli e della Campania e si sviluppa da aprile a ottobre.

Manifestazione globale che propone una vasta rete di mostre, spettacoli, reading e convegni, il Forum mobilita tutta la regione che offrirà per sei mesi un ricco calendario di eventi. Appuntamenti che, insieme a Napoli, coinvolgono anche le altri città campane: oltre al capoluogo partenopeo dove avranno luogo un centinaio di eventi alcuni dei quali dedicati a Leonardo da Vinci, Andy Warhol ed Eduardo De Filippo, infatti, al centro della manifestazione ci saranno i Comuni siti Unesco di Caserta, Benevento, Pompei, Ercolano, Ascea, Paestum e Ravello.

"Il Forum - spiega l'assessore all'Istruzione e Edilizia scolastica, Promozione culturale, Musei e Biblioteche della Regione Campania, Caterina Miraglia- è uno strumento attraverso il quale si affrontano e si dibattono i temi fondanti della vita dell'uomo che hanno le loro radici nei dubbi".

Tutto questo, continua l'assessore, "è stato sintetizzato nella formula 'Il futuro della memoria'". La Regione Campania, sottolinea Miraglia, "ha affidato ad eminenti studiosi, le sezioni di cui si compone il calendario degli appuntamenti". Studiosi del calibro del matematico Piergiorgio Odiffreddi, che curerà a Paestum il Festival delle Favole Matematiche, e del sociologo Domenico De Masi che invece si occuperà del convegno 'Cultura e Sviluppo. Il modello campano 2014-2020'.

Non solo. L'iniziativa campana prevede anche altre iniziative da non perdere: ad Ascea, ad esempio, è in programma 'Il Festival della Filosofia in Magna Grecia', curato da Franco Ferrari che animerà l'acropoli dell'area archeologica di Velia; il Festival della Fiabe, inoltre, vedrà coinvolti poeti, scrittori, illustratori e registi nel mondo dei bambini.

Di particolare interesse, inoltre, è il Forum sull'evoluzione dell'alimentazione, curato dall'Adnkronos, che si svolgerà a Pompei nel mese di settembre: il Forum si articolerà in diverse sessioni che affrontano il tema dell'alimentazione a partire dagli antichi romani fino all'Expo 2015. E' prevista una tavola rotonda finale sui problemi legati all'alimentazione adolescenziale.

Nel corso della prima giornata di lavori sull'evoluzione dell'alimentazione sono previsti gli interventi istituzionali della Regioni Campania, del Comune di Pompei, dell'Associazione Italiana Dietetica e Nutrizione Clinica. Nella seconda giornata, invece, è prevista una prima sessione intitolata 'L'alimentazione nell'Antica Roma'.

La seconda sessione della mattinata sarà dedicata all'appuntamento 'Alimentazione e Nutrizione verso Expo 2015'. Nel pomeriggio, infine, è in programma una tavola rotonda con esperti e giornalisti intitolata 'Il cibo e i nostri ragazzi: un rapporto difficile'.

Il Forum Universale delle Culture sarà arricchito, in tutto, da circa 100 conferenze, 25 laboratori e workshop per ragazzi e adulti, dedicati all'alimentazione, allo sviluppo, alla geopolitica e alla città. Ci saranno inoltre 10 mostre con installazioni, video, fotografie, sculture: un viaggio dalla storia dell'arte antica a quella contemporanea.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza