cerca CERCA
Domenica 13 Giugno 2021
Aggiornato: 23:05
Temi caldi

Lo studio

Nel 2016 buste paga più pesanti del 2,6%

17 dicembre 2015 | 17.11
LETTURA: 2 minuti

alternate text
Un ufficio (Infophoto)

Per i lavoratori italiani, a tutti i livelli, il 2016 sarà positivo sul fronte retribuzioni : la busta paga del prossimo anno sarà, infatti, più pesante del 2,6% rispetto al 2015. È’ quanto emerge dall’osservatorio Towers Watson sulle politiche retributive 2015-2016, indagine svolta su oltre 500 aziende, prevalentemente medio-grandi, appartenenti a tutti i principali settori industriali.

L’inflazione prevista è dell’1,2%, dato che comporterebbe una crescita reale delle retribuzioni pari all’1,5% (rispetto al 2,1% del 2015). Nel complesso, si andrebbe a ridurre il gap con gli altri Paesi occidentali che, in passato, generalmente hanno offerto compensi più elevati.

Nel 2015, la crescita delle retribuzioni in Italia si è mantenuta intorno al 2,5%, dato consolidato negli ultimi anni, analogo a quello della Francia, ma inferiore rispetto a Regno Unito (2,8%) e superiore a Irlanda (2,4%) e Germania e Spagna (2,3%). Per il prossimo anno, le previsioni sono assolutamente in linea con questo trend.

Towers Watson registra, inoltre, un sensibile divario tra le retribuzioni di ingresso, previste in Italia, rispetto alle politiche praticate agli altri Paesi europei: -70% rispetto alla Germania, -44% rispetto all’Austria, -38% rispetto al Belgio, -24% rispetto alla Francia, -55% rispetto all’Inghilterra. Peggiori dell’Italia solo Spagna e Portogallo.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza