cerca CERCA
Lunedì 30 Gennaio 2023
Aggiornato: 08:55
Temi caldi

Cinema e finanza

Cinema: nel doc 'The forecaster' la crisi delle borse in un teorema

25 agosto 2015 | 11.02
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Martin Armstrong

E se esistesse un logaritmo, una formula matematica che permette di prevedere con estrema precisione l’andamento dell’economia mondiale e di anticiparne le crisi? Il mago della finanza Martin Armstrong sostiene di aver elaborato questo logaritmo tramite l’applicazione di una formula legata al pi greco ottenuta grazie allo studio dei flussi monetari dei capitali finanziari su scala globale. A raccontarlo è il doc 'Il teorema della crisi - The forecaster', di Marcus Vetter e Karin Steinberger, nelle sale italiane a partire dal 17 settembre per I Wonder Pictures e Unipol Biografilm Collection.

"Ho la speranza che questo sia il momento migliore per far uscire questo film", ha dichiarato il controverso protagonista, Martin Armstrong, ovvero "un momento di tumulto globale in cui la gente vuole sapere cosa sta veramente accadendo. Il film parla proprio di questo e spero che sarà il catalizzatore di una seria fase di riforma e cambiamento".

Un cartomante legge il futuro a un uomo considerato, nel suo campo, un indovino: è il singolare inizio di questo racconto sulla vita e il lavoro di Martin A. Armstrong, imprenditore e mago della finanza. Fin da bambino lo appassionavano le monete, la qualità̀ sfuggente che chiamiamo “valore”.

È stato l’inventore di un modello predittivo delle crisi finanziarie basato sui cicli di fiducia, in grado di prevedere non solo i 'crash' del sistema economico ma le catastrofi politiche a essi collegate. Ma Armstrong è anche un uomo che, sottoposto a processo per frode, finirà sette anni in carcere per oltraggio alla corte.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza