cerca CERCA
Domenica 13 Giugno 2021
Aggiornato: 21:37
Temi caldi

Scritte choc e svastiche a Roma

28 febbraio 2019 | 15.44
LETTURA: 3 minuti

A Garbatella: 'Nel forno che vorrei froci, zingari e giudei'. A via dei Cerchi: 'Romanista Anna Frank'

alternate text

Due scritte choc con tanto di svastica sono apparse a Roma. Nel quartiere Garbatella, su un muretto, qualcuno ha scritto 'Nel forno che vorrei froci, zingari e giudei' accompagnata da una svastica nazista. A denunciarlo Fabrizio Marrazzo, portavoce del Gay Center. "Pensare che nel 2019 ci sia ancora qualcuno che voglia rievocare i forni crematori dei lager nazisti - ha aggiunto Marrazzo -, ci fa capire quanto ancora c'è da fare. Il governo e il Parlamento devono approvare al più presto una legge contro l'omofobia e attivare azioni culturali a contrasto. Ringrazio il municipio ottavo e il consigliere Conia per il rapido intervento di cancellazione".
"Romanista Anna Frank" e poi una svastica seguita da "00100 Ssl", è invece la scritta comparsa in via dei Cerchi davanti al Circo Massimo.

Non è la prima volta che il nome di Anna Frank viene usato come 'insulto' da stadio. Basti ricordare il caso degli adesivi con l'immagine di Anna Frank con la maglia della Roma, lasciati dai tifosi laziali su una vetrata della Curva Sud dello stadio Olimpico dopo una partita a ottobre 2017. Sulla vicenda la procura di Roma aprì un'inchiesta per istigazione all'odio razziale mentre il Tribunale federale nazionale della Figc sanzionò la Lazio con un'ammenda di 50mila euro. Tra le polemiche il presidente della Lazio Claudio Lotito, accompagnato da una delegazione del club, depose una corona di fiori davanti alla Sinagoga sotto la lapide commemorativa delle vittime dei deportati di Roma. Un gesto che generò però altre critiche e che avvenne in assenza della comunità ebraica perché, fecero sapere fonti della stessa comunità, la visita "non era stata concordata".

"La scritta su un muro comparsa vicino il Circo Massimo mi fa orrore. Questo schifo non è tifo, non è calcio. Ringrazio i Pics della @PLRomaCapitale per l'immediato intervento di rimozione della vile scritta", scrive su Twitter la sindaca di Roma, Virginia Raggi.

"Questa mattina, per l’ennesima volta in pochi mesi, Roma si è svegliata in un clima di razzismo, antisemitismo e omofobia" ha detto la senatrice del Pd Monica Cirinnà, e "questo è solo l’ultimo di una serie di episodi gravi". "Roma, medaglia d’oro della Resistenza, non può tollerare episodi di questo genere - ha sottolineato - che avvengono in un clima di sostanziale impunità e colpevole silenzio da parte delle forze di governo, a livello nazionale e locale: l’indignazione non basta, bisogna intervenire a livello culturale e con iniziative concrete di promozione dell’inclusione sociale e dell’apertura a tutte le differenze".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza