cerca CERCA
Lunedì 27 Settembre 2021
Aggiornato: 18:42
Temi caldi

Neve sull'A3, automobilisti bloccati per dieci ore

20 gennaio 2016 | 09.10
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Foto di repertorio (Fotogramma) - FOTOGRAMMA

Quasi dieci ore fermi sull'autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria. Tanto è durata la disavventura degli automobilisti rimasti letteralmente intrappolati dal primo pomeriggio di ieri a causa di una nevicata.

"Questa situazione -dichiara il capo della Protezione civile regionale Carlo Tansi- era stata ampiamente preannunciata anche all'Anas con i bollettini meteo della Protezione civile della Regione Calabria che da oltre 36 ore prevedevano, nell'area colpita, neve fino a 200 metri sul livello del mare". Tansi ricorda che "solo l'Anas, come previsto dalla legge, deve assicurare il transito veicolare rimuovendo la neve su una strada di sua proprietà". E invece "non ha adottato alcun provvedimento preventivo per fronteggiare tale situazione".

Nello specifico, chiarisce il capo della Protezione civile, "avrebbe dovuto azionare spargisale alla caduta dei primi fiocchi di neve per evitare che attecchisse sull'asfalto". Per capire cosa è accaduto, il presidente dell'Anas Gianni Vittorio Armani ha nominato una commissione d'inchiesta interna e commissariato l'esercizio del tratto A3 interessato: "E' inammissibile - ha dichiarato - che centinaia di automobilisti siano rimasti bloccati per tante ore su un'autostrada. E' evidente che qualcosa non ha funzionato". "Da una prima analisi di quanto accaduto il mancato o ritardato filtraggio da parte di Anas dei mezzi privi delle obbligatorie dotazioni invernali ha determinato - ha spiegato - che varie diecine di mezzi pesanti si siano intraversati bloccando il traffico. L'operazione di filtraggio è necessaria in quanto la A3 non essendo una autostrada a pedaggio non dispone di barriere/caselli che consentono la rapida chiusura per emergenze".

"Solo a tarda notte -racconta ancora Tansi- hanno consentito alla Protezione civile di intervenire e portare aiuto alle persone ferme in autostrada, prima avremmo rischiato di intralciare i mezzi di soccorso".

Nel resto della provincia di Cosenza, la Protezione civile è intervenuta con numerosi uomini mezzi, tra cui 14 fuoristrada per soccorrere dializzati e donne in stato di gravidanza. Anche il dirigente scolastico e venti studenti del Liceo classico "Telesio", nel centro storico di Cosenza, erano rimasti intrappolati e sono stati aiutati a rientrare nelle loro abitazioni. Dopo molte ore, al momento non nevica ma l'emergenza si sposta sul problema frane, conseguente allo scioglimento della neve già caduta.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza