cerca CERCA
Mercoledì 07 Dicembre 2022
Aggiornato: 12:01
Temi caldi

Usa: aggredisce e insulta autista Uber, sospeso poliziotto newyorkese

02 aprile 2015 | 11.27
LETTURA: 3 minuti

Il detective è stato incastrato da un video girato dal passeggero dell'auto che su Youtube ha avuto quasi un milione di visualizzazioni. Il capo della polizia di New York ha dichiarato "inaccettabile la scortesia e il linguaggio osceno" del poliziotto, che ha fermato l'auto Uber dopo che l'autista aveva suonato il clacson per segnalare che l'agente stava parcheggiando senza aver messo la freccia.

alternate text
(Foto Afp)

Il capo della polizia di New York, William Bratton, ha sospeso dal servizio il detective che aggredisce verbalmente e insulta in modo razzista un autista Uber di origine indiana in un video diventato virale sulla Rete. "Nessun poliziotto dovrebbe guardare questo video senza arrabbiarsi, perché tutti i bravi agenti sanno che questo poliziotto ha reso il loro lavoro un po' più difficile", ha detto Bratton, definendo "inaccettabile" la "scortesia e il linguaggio osceno" del detective Patrick Cherry, dell'antiterrorismo del Nypd, messo sotto inchiesta.

Il video - che è stato postato dal passeggero dell'auto Uber, Sanjay Seth, lunedì scorso e da allora ha avuto 881mila visualizzazioni- mostra Cherry, in borghese, che urla, insulta l'autista e colpisce con la mano il tetto dell'auto. A scatenare la rabbia del poliziotto sarebbe stato il fatto che Himayun, questo il nome dell'autista, aveva suonato il clacson superando la sua auto per segnalare il fatto che l'agente stava parcheggiando senza aver messo la freccia.

A questo punto il detective sarebbe ripartito - secondo la ricostruzione fornita da Seth - facendo accostare l'auto Uber e contestando all'autista tre presunte infrazioni. "Non so in quale diavolo di pianeta tu pensi di essere", si sente dire da Cherry che prende in giro l'accento straniero dell'autista, usando un linguaggio osceno e pieno di parolacce mentre l'uomo cercava di spiegare perché aveva suonato il clacson.

"Non so da dove vieni, che cosa pensi che sia giusto fare, ma qui le cose non funzionano così, da quanto tempo sei in questo paese", ha urlato ancora, con fare intimidatorio, il detective.

Michael Palladino, il presidente dell'associazione dei detective, ha cercato di giustificare l'operato del collega dicendo che era appena rientrato dall'ospedale dove aveva fatto visita ad un altro poliziotto colpito da un infarto. "Non sto cercando di minimizzare l'accaduto, sto solo dicendo che i poliziotti sono essere umani come tutti gli altri, hanno famiglie, amici e cose che possono influenzare a volte il loro comportamento", ha detto.

Un portavoce della compagnia per il trasporto automobilistico privato ha detto che l'incidente è "inaccettabile" e che verrà fornito tutto il sostegno necessario all'autista aggredito.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza