cerca CERCA
Venerdì 24 Settembre 2021
Aggiornato: 02:20
Temi caldi

Crisi: Nigi (Confsal), agire su fisco e contratti per ridare potere acquisto

23 ottobre 2014 | 14.45
LETTURA: 2 minuti

La richiesta del sindacalista.

alternate text
Marco Paolo Nigi, segretario generale della Confsal

“Il recupero del potere di acquisto dei lavoratori può avvenire attivando la via fiscale, seppur gradualmente e nei limiti della sostenibilità finanziaria, e rinnovando i contratti di lavoro triennali scaduti, sia nella parte normativa che in quella economica”. Ad affermarlo è Marco Paolo Nigi, segretario generale della Confsal.

“Il basso potere d’acquisto dei dipendenti privati e pubblici - sostiene - costituisce effettivamente la questione centrale della caduta della domanda interna e della recessione economica”.

“In Italia, già da anni, non si percorre la via fiscale e la maggior parte dei contratti del settore privato e dei servizi pubblici privatizzati non si rinnova e, caso unico in Europa, i contratti del pubblico impiego sono bloccati al 31 dicembre 2009, da ben cinque anni”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza