cerca CERCA
Sabato 16 Ottobre 2021
Aggiornato: 00:32
Temi caldi

Coronavirus

Nilufar Addati, l'influencer ed ex tronista positiva al Covid

24 agosto 2020 | 20.02
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Fotogramma)

Nilufar Addati, ex tronista di 'Uomini e donne' e influencer con oltre 1 milione di follower su Instagram, è risultata positiva al coronavirus dopo essere tornata da una breve vacanza in Sardegna. L'influencer napoletana di origini iraniane lo ha comunicato attraverso una storia pubblicata sul noto social network, raccontando di aver avuto "febbre, un po' di mal di testa simile alla sinusite" e di aver "perso il senso del gusto e dell'olfatto".

Nilufar Addati spiega di essere "tornata a Napoli dalla Sardegna senza avere la consapevolezza di essere stata a contatto con persone positive, in quanto tutti noi siamo venuti a conoscenza dei risultati dei test quando io ero già a casa. Ho saputo di essere stata a contatto con positivi dopo aver effettuato il test sierologico e prima di aver effettuato il tampone. Sono partita senza alcun sintomo, con la consapevolezza però di essere stata in compagnia di tante persone e con la volontà, quindi, di effettuare un isolamento fiduciario e dei test".

Nilufar fa sapere che i suoi spostamenti "si sono limitati a tornare a casa, non sono mai più uscita, se non per effettuare prima il sierologico e poi il tampone, non sono stata e non sto attualmente a contatto con i miei genitori, che dopo di me si sono sottoposti a tampone i cui risultati sono arrivati oggi, negativi. Passo 24 ore su 24 in camera mia. Avendo la fortuna di avere il bagno in camera, non condivido con loro neanche quello, mi passano il cibo e mangio da sola in camera".

L'ex tronista assicura di "stare bene" ma confessa di avere "un po' di amaro in bocca e dispiacere: non sono una frequentatrice di locali, questa vacanza è stata per me il primo vero ritorno alla normalità che purtroppo normalità non era. Ho vissuto il periodo di lockdown con estrema serietà e consapevolezza e per un lungo periodo, quando ormai le attività erano praticamente tutte aperte, ho continuato a non frequentare luoghi di incontro, per paura. Ma ho vissuto i miei 5 giorni di vacanza in Sardegna con, evidentemente, troppa spensieratezza".

Nilufar Addati conclude invitando "tutte le persone che hanno frequentato locali o ristoranti, o sono semplicemente stati presenti in situazioni affollate o di assembramento, ad effettuare un tampone e non il sierologico, perché se siete entrati in contatto col virus da poco, come nel mio caso al momento degli esami, non serve. E in ogni caso, in attesa di qualsiasi verifica, a mettervi in isolamento fiduciario preventivo".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza