cerca CERCA
Sabato 04 Febbraio 2023
Aggiornato: 19:10
Temi caldi

Euro 2016

No alle abbuffate, sì alla pasta post partita: ecco come tifare a tavola

17 giugno 2016 | 13.27
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(Foto Fotogramma) - FOTOGRAMMA

Novanta minuti almeno in cui sale l'ansia e mangiare a ripetizione sembra un buon modo per placarla. Mancano poche ore a Italia-Svezia e c'è chi sta già facendo scorta di cibo per affrontare la seconda sfida azzurra nell'ambito di questi Europei. Ma i nutrizionisti della Polli Cooking Lab. mettono in guardia dalla tipica tendenza a incollarsi davanti al televisore, divorando cibi fast-food. Il consumo eccessivo in un'ora e mezza di birra, fritti, fette di pizza a ripetizione e l’assunzione di alcool e bibite zuccherate, possono causare effetti poco salutari sull’organismo, in particolare per l’intestino. Ecco i consigli per seguire le partite di calcio senza mettere ko lo stomaco.

1) Uno spuntino light, come un sandwich con la bresaola o tacchino, alcune ore prima dell’incontro, aiuta ad arrivare più sazi al fischio d’inizio, frenando così il consumo dei tipici alimenti 'uno tira l’altro', come patatine e salatini.

2) Prediligere, quindi, un pranzo leggero a base di carni bianche e verdure di stagione, prima della visione, ed evitare di assumere alimenti troppo grassi, tipo supplì e lieviti molto conditi, per agevolare i processi che favoriscono le funzionalità gastriche.

3) Se la partita è alle 18 (vedi Italia-Irlanda del 22 giugno), è meglio scegliere una merenda leggera poco prima del fischio di inizio con fette biscottate e una spremuta, per poi cenare dopo il match con un piatto di pasta possibilmente al pomodoro. Dopo la partita, infatti, la tensione sarà ormai diminuita e i muscoli più rilassati, soprattutto se il risultato finale sarà positivo.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza