cerca CERCA
Domenica 28 Febbraio 2021
Aggiornato: 14:39
Temi caldi

Noma Medical Crisis: le leggende del calcio africano lanciano un appello per le donazioni per salvare i "bambini senza volto"

16 febbraio 2021 | 09.01
LETTURA: 4 minuti

PARIGI, 16 febbraio 2021 /PRNewswire/ -- Sebbene ogni anno colpisca più di 140.000 bambini, il noma rimane una malattia pressochè sconosciuta per il grande pubblico. Derivata dal greco "nomein", che significa "divorare", la malattia distrugge il viso, causando la morte del bambino nel 90% dei casi. Per combattere questo flagello, nel 2019, l'ex calciatore Roger Milla ha fondato l'associazione Noma Fund. Insieme a ex giocatori internazionali come Joseph-Antoine Bell, François Omam-Biyik, Patrick Mboma, Rigobert Song e Jacques Songo'o, lancia oggi un appello globale per le donazioni per salvare la vita dei cosiddetti "bambini senza volto".

Per visualizzare il comunicato stampa multimediale, fare clic su: https://www.multivu.com/players/uk/8850051-noma-medical-crisis-african-football-legends-launch-appeal/.

Eradicazione della noma entro il 2030 

Nell'ambito del progetto "Acting Against Noma 2021-2030", ufficialmente lanciato il 20 novembre, Roger Milla invita le persone di tutto il mondo a partecipare a un'importante campagna di raccolta fondi. L'obiettivo è finanziare un piano d'azione volto a debellare completamente il noma entro il 2030, attuando una politica di sensibilizzazione, prevenzione e assistenza nelle regioni più colpite.

Tra le altre cose, i fondi saranno utilizzati per la costruzione di un ospedale di riferimento regionale a Yaoundé, nonché di centri di assistenza e primo soccorso in dieci Paesi africani: Camerun, Costa d'Avorio, Repubblica Centrafricana, Guinea Equatoriale, Liberia, Nigeria, Togo, Repubblica democratica del Congo, Senegal e Ciad.

20 euro = un bambino curato 

Per aiutare Roger Milla nella sua lotta contro il noma, ogni contributo conta: sul sito web della fondazione è possibile effettuare donazioni a partire da cinque euro. I pagamenti, completamente trasparenti e sicuri, vengono effettuati tramite PayPal, una piattaforma specializzata in raccolte per le ONG e le associazioni internazionali.

"Ognuno può donare in base alle proprie possibilità", insiste Roger Milla."La situazione dei bambini colpiti da noma è sconvolgente proprio perché le soluzioni esistono e sono a portata di mano. Il noma può essere trattato con un farmaco semplice, relativamente economico. Ma per chi vive in estrema povertà ed è colpito da questa malattia, è del tutto inaccessibile".

A titolo illustrativo, 20 euro sono sufficienti per curare un bambino somministrando un trattamento completo (antibiotici, vitamine e collutorio disinfettante) non appena si manifestano i primi sintomi e prima che la malattia inizi la sua rapidissima evoluzione.

Un ospedale specializzato da creare Africa per il trattamento gratuito dei bambini

Senza la prevenzione e l'accesso a cure sufficienti, l'unica possibilità per questi bambini è il ricovero in un ospedale specializzato. Oggi, i rari casi trattati vengono trasferiti in ospedali europei a costi esorbitanti."Solo otto bambini sono stati in grado di beneficiarne nel 2019", spiega Roger Milla, con rammarico.

Con l'obiettivo di aprire nel primo trimestre del 2022, l'ospedale di riferimento fornirà cure chirurgiche complete e gratuite, servizi di ricostruzione del viso e riabilitazione per i pazienti noma provenienti da tutta l'Africa. La costruzione è stata prevista su un lotto di terreno vicino all'aeroporto di Yaoundé-Nsimalen, reso disponibile dallo stato del Camerun.

"Anche l'OMS, la Federazione internazionale NoNoma e la fondazione Winds of Hope ci hanno garantito il loro sostegno", ha dichiarato Roger Milla.

Informazioni su Noma Fund 

Noma Fund è un'associazione dedicata alla lotta contro "il volto della povertà".

Istituito a Parigi nel gennaio 2019, Noma Fund mira a debellare completamente il noma, noto anche come "il volto della povertà". A tal fine, l'associazione prevede di attuare azioni mirate ed efficaci in dieci paesi dell'Africa: Camerun, Costa d'Avorio, Repubblica Centrafricana, Guinea Equatoriale, Liberia, Nigeria, Togo, Repubblica democratica del Congo, Senegal e Ciad. 

Il piano d'azione "Acting Against Noma 2021-2030" inizierà con una fase di sensibilizzazione, volta a diffondere la consapevolezza della malattia tra le popolazioni e i responsabili decisionali a livello globale. La seconda fase si concentrerà sulla prevenzione. Poi vi sarà l'introduzione di campagne di screening nelle scuole e tra le famiglie che vivono nel cuore delle aree ad elevato tasso di incidenza della malattia. Infine, la terza fase del piano prevede la costruzione di un ospedale di riferimento situato a Yaoundé, che fornirà cure specialistiche per i pazienti noma. Al contempo, nei 10 Paesi del progetto saranno creati centri di accoglienza e di reintegrazione sociale.

Informazioni su Roger Milla

Eletto miglior giocatore africano degli ultimi 50 anni, Roger Milla ha lasciato il segno su un'intera generazione. 

Oggi dedica la propria vita agli impegni umanitari. Presidente della Fondazione Cœur D'Afrique, nel 2018 è venuto a sapere dell'esistenza della malattia detta noma. Un anno dopo, nel 2019, insieme ad altri grandi nomi del calcio, ha creato Noma Fund.

Video - https://www.youtube.com/watch?v=JExMz3ctLXc&feature=emb_logoFoto - https://mma.prnewswire.com/media/1433203/Association_Noma_Fund.jpgLogo - https://mma.prnewswire.com/media/1433202/Noma_Fund_Logo.jpg

 

 

 

Noma Medical Crisis: African Football Legends Launch Appeal For Donations To Save "Children Without Faces"

 

Noma Fund Logo

 

Contatto: Roger Millaroger.milla@noma-fund.org +33 (0)1 87 66 67 45

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza