cerca CERCA
Martedì 13 Aprile 2021
Aggiornato: 19:42
Temi caldi

"Non c'è prova che virus sia diventato più buono, prudenza"

11 settembre 2020 | 10.41
LETTURA: 1 minuti

Così Alessandro Vergallo, presidente nazionale dell'Associazione anestesisti rianimatori ospedalieri italiani-emergenza area critica (Aaroi-Emac): "No alla contrapposizione negazionismo-allarmismo"

alternate text
Fotogramma /Ipa

"Non c’è alcuna prova che il virus sia diventato più buono, occorre essere prudenti e non abbassare la guardia. Serve equilibrio, no alla contrapposizione negazionismo-allarmismo". Lo ha affermato Alessandro Vergallo, presidente nazionale dell'Associazione anestesisti rianimatori ospedalieri italiani-emergenza area critica (Aaroi-Emac) intervenuto a 'L'Italia s'è desta' su Radio Cusano Campus.

"A noi interessa molto poco essere considerati eroi, anzi è quasi controproducente, questa deve essere l’occasione per riconoscere la professionalità di chi si occupa della nostra disciplina. Il riconoscimento economico ci interessa poco, ci interessa che venga data dignità al nostro lavoro, che passi anche attraverso la risoluzione del problema delle carenze di organico", ha aggiunto Vergallo.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza