cerca CERCA
Domenica 20 Giugno 2021
Aggiornato: 21:16
Temi caldi

La polemica

"Non sei una bellezza italiana", bufera su miss

04 settembre 2019 | 12.42
LETTURA: 3 minuti

La reginetta all'Adnkronos: "La politica faccia in modo che vengano superati pregiudizi e stereotipi"

alternate text
(Foto dal sito di Miss Italia)

"Tu non rappresenti i canoni di bellezza italiana, non meriti di partecipare a Miss Italia!". Sono le dure parole riferite a Sevmi Tharuka Fernando, 20 anni, nata a Padova e residente a Villanova di Camposampiero, una delle partecipanti al famosissimo concorso di Miss Italia. La giovane sarebbe stata attaccata da diversi utenti per il suo colore della pelle dopo che le sue foto sono circolate tra web e giornali.

"È successo varie volte da quando ho vinto la prima fascia alle selezioni locali del concorso, e anche recentemente - spiega la giovane Savmi in un'intervista al Corriere del Veneto -. Sono persone che mi scrivono in privato per non esporsi ma la questione non cambia. Partecipo al concorso anche per abbattere queste discriminazioni e continuo per la mia strada. Se qualcuno mi critica significa che sono stata notata tra le tante".

"Penso che la politica debba fare in modo che vengano superati pregiudizi e stereotipi", dice Sevmi Tharuka Fernando all'Adnkronos. "Io mi sento italiana perché, nonostante abbia delle origini di un altro paese, sono nata e cresciuta in Italia, a Padova. Ecco perché mi sento italianissima. Gli attacchi? Li ho presi in maniera positiva perché quando cominciano ad attaccarti significa che tu stai arrivando ad un determinato obiettivo. E poi generalmente io sono una persona molto positiva - si racconta - e tendo a superare le opinioni delle persone che non contano per me".

Il papà di Sevmi, che risiede a Villanova di Camposampiero (Padova), si è trasferito in Italia dallo Sri Lanka circa trenta anni fa e dopo alcuni anni la moglie lo ha raggiunto. Sevmi, che è quindi nata a Padova, si è diplomata come estetista e lavora come modella per una scuola di hair stylist.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza