cerca CERCA
Domenica 26 Settembre 2021
Aggiornato: 09:15
Temi caldi

'Non sei vaccinato? Fott...', bufera su osteria di Milano

28 luglio 2021 | 14.07
LETTURA: 2 minuti

Il titolare convinto sostenitore del Green pass: "Minacciato ma non mollo"

alternate text
(Foto dal profilo Instagram dell'osteria Tasca)

Lui se la ride: "E' da prenderli a bastonate e basta". Ma sui social da 24 ore sta ricevendo attacchi e minacce senza fine. Erwan Maze, 50 anni, è il titolare dell'osteria Tasca, in zona Ticinese, a Milano, convinto sostenitore del Green pass, tanto da attaccare sulla vetrina del ristorante un cartello che lascia poco spazio all'immaginazione: "Tasca Covid Free. Sei vaccinato? Prego...puoi entrare. Non lo sei? Fottiti'. "Il messaggio è chiaro - dice Maze all'Adnkronos -. Se sei vaccinato vai dove ti pare, se non lo sei vai a casa e non rompi le palle gli altri. La sostanza è questa".

Quella di Maze è una provocazione "è vero - ammette - ma la gente almeno reagisce, il cartello resta lì". Sui gruppi Facebook, soprattutto tra i sostenitori del no Green pass e i no vax si è scatenato il finimondo, con utenti che hanno bollato il cartello dell'osteria Tasca come "inquietante" e "pericoloso", dicendo che ricorda "i tempi più bui della storia recente" del continente. "Mi danno del nazista, dicono che devo morire e fallire - sottolinea Maze - da stamattina mi stanno tartassando di chiamate e messaggi". Eppure, si chiede, in questa situazione sanitaria "prevale il singolo o la comunità? Credo che la comunità prevalga".

Critiche non ne teme: "Siamo in una democrazia - dice Maze - chi vuole commentare commenti pure chi non vuole non lo faccia". E non teme neanche ripercussioni sulla propria attività: "La maggior parte dei clienti sta mettendo like e dice che siamo bravi, degli altri non me ne frega niente. Ho 50 anni, sono stato vaccinato per tubercolosi, difterite, vaiolo, li ho fatti tutti, e adesso queste persone di 50 e 60 anni fanno i no vax. Fanno ridere, anche loro sono tutti vaccinati, ma di che parliamo? E' un'assurdità".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza