cerca CERCA
Venerdì 27 Maggio 2022
Aggiornato: 14:17
Temi caldi

Novara, tentano la truffa dell’orologio a due anziane: arrestati padre madre e figlia

30 maggio 2014 | 17.10
LETTURA: 3 minuti

Vitime del raggiro una 67enne e una 91enne

alternate text

Tentata truffa aggravata in concorso. E' l'accusa a cui dovranno rispondere tre italiani, padre, madre e figlia arrestati dalla polizia di Novara per aver tentato di truffare con lo stratagemma dell'orologio due anziane signore che in auto si erano recate a fare acquisti. Mentre le due, una 67enne e una 91enne, si trovavano ferme al semaforo, una donna ha bussato al finestrino della loro auto sostenendo di essere stata colpita alla mano mentre erano in movimento mostrando anche un orologio da polso con il vetro scalfito. Per il danno subito, ha chiesto la somma di euro 2500 e ha preteso che la vittima pagasse subito o fornisse un oggetto in oro a garanzia del successivo pagamento.

La donna, inoltre, dopo aver osservato il tagliando assicurativo della macchina, ha riferito alla vittima di conoscere le impiegate della Unipol, presso la quale la vittima è assicurata, e si è offerta di chiamare con il suo telefono. Le ha quindi passato una sedicente impiegata della Unipol, rivelatasi poi figlia della truffatrice, che le ha riferito di avere un bonus di 5000 euro per incidenti di tale genere e le ha detto di pagare tranquillamente i 2500,00 euro.

La vittima si è quindi apprestata ad andare in banca con l'accordo che si sarebbero riviste poco dopo sul luogo dell'incidente. Lungo la strada, è stata, pero', affiancata da una auto il cui conducente, testimone dell'intera vicenda e che aveva gia' allertato il 113, l'ha informata di essere rimasta vittima di una tentata truffa e l'ha invitata a tornare indietro perché la donna e i suoi complici erano stati fermati dalla polizia.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza