cerca CERCA
Mercoledì 20 Ottobre 2021
Aggiornato: 04:45
Temi caldi

Cinema

Nuove accuse di stupro contro Polanski

08 novembre 2019 | 21.30
LETTURA: 2 minuti

Stando a quanto riferisce il quotidiano 'Le Parisien' una donna afferma di essere stata violentata dal regista quando aveva 18 anni, nel 1975

alternate text
(IPA/Fotogramma) - FOTOGRAMMA

Nuove accuse contro il regista Roman Polanski: stando a quanto riferisce il quotidiano 'Le Parisien' una donna afferma di essere stata violentata da Polanski quando aveva 18 anni, nel 1975. Allora si trovava in vacanza con un'amica a Gstaad, in Svizzera, nello chalet dei Polanski. Secondo il giornale, le persone con cui la ragazza si confidò all'epoca dei fatti, hanno confermato che la giovane aveva raccontato quanto accaduto poco tempo dopo.

La donna spiega di essersi finalmente decisa a parlare per via del film di Polanski in uscita il 13 novembre in Francia e in Belgio, 'J'accuse', che ripercorre il caso Dreyfuss, quello dell'ufficiale di artiglieria ebreo alsaziano assegnato allo stato maggiore dell'esercito francese, erroneamente accusato nel settembre 1894 di spionaggio a favore dell'Impero tedesco. Il film prende il suo titolo da quello dell'editoriale che lo scrittore Emile Zola scrisse nel 1898 per denunciare i persecutori di Dreyfus. "E' sostenibile, con il pretesto di un film, sotto copertura della storia, sentire dire 'J'accuse' a colui che vi ha marchiato con il ferro, mentre a voi, la vittima, è vietato accusarlo?", si interroga la donna, Valentine Monnier, citata da 'Le Parisien'.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza