cerca CERCA
Mercoledì 29 Giugno 2022
Aggiornato: 12:20
Temi caldi

Sostenibilità: idee per una moda green, ecco i vincitori del Global Change Award

01 febbraio 2016 | 14.11
LETTURA: 4 minuti

alternate text

Dalla creazione di nuovi tessuti con le alghe o gli scarti degli agrumi a una piattaforma online per il riciclo dei residui di produzione, dai batteri 'mangia' poliestere al solvente a basso impatto. Sono i progetti vincitori del primo Global Change Award, cinque idee green per un modello circolare dell’industria della moda. Attraverso una votazione online, su globalchangeaward.com, il pubblico potrà decidere come dividere il premio di 1 milione di euro tra i vincitori.

Il Global Change Award è stato lanciato ad agosto dall’organizzazione no-profit H&M Conscious Foundation con l’obiettivo di salvaguardare il pianeta e chiudere il cerchio nell’industria della moda.

"La risposta al primo Global Change Award è stata straordinaria. Più di 2.700 innovatori da 112 Paesi hanno condiviso le loro idee per aiutare a chiudere il cerchio nella moda. I progetti vincitori rappresentano un importante contributo al cambiamento verso un modello circolare dell’industria della moda. Adesso invitiamo il pubblico a usare la propria voce e quantificare il supporto economico che ciascun progetto dovrà ricevere", Karl-Johan Persson, membro del board della H&M Conscious Foundation e Ceo di H&M.

I voti del pubblico avranno un impatto consistente e determineranno come verrà distribuito il premio di 1 milione di euro. L’idea che riceverà più voti otterrà 300mila euro, la seconda più votata 250mila euro, la terza, la quarta e la quinta 150mila euro ciascuna. Chiunque potrà votare dall’1 al 7 febbraio sul sito globalchangeaward.com. I risultati della votazione e gli ideatori dei progetti vincitori saranno svelati il 10 febbraio a Stoccolma durante una cerimonia di premiazione e pubblicati il giorno successivo sul sito globalchangeaward.com.

"Il Global Change Award premia progetti davvero innovativi che utilizzano approcci tecnologici avanzati per rendere l’industria della moda più sostenibile, ad esempio diminuendo i rifiuti per l’ambiente e utilizzando meno energia, e creando al tempo stesso prodotti che sono ancora più interessanti. In questo senso, le cinque idee vincitrici hanno tutte il potenziale per cambiare davvero le regole del gioco", Ellis Rubinstein, presidente e Ceo della New York Academy of Sciences e membro della giuria del Global Change Award.

Ecco i vincitori in breve. Dal poliestere al poliestere: utilizzare un nuovo tipo di batteri che si ciba degli scarti del poliestere per creare elementi utili che a loro volta possono essere impiegati nella produzione di nuovo poliestere senza perdita di qualità.

Tessuto dalle alghe: utilizzare questi organismi biologici marini per creare un nuovo tipo di materia prima con la quale realizzare tessuti rinnovabili. Le alghe, infatti, crescono con l’energia solare e con CO2, sono quindi una risorsa rinnovabile. Inoltre riducono la necessità di trasporto dal momento che possono essere raccolte nelle regioni costiere di tutto il mondo.

Dissolvere per creare: conversione del cotone di scarto in nuovo tessuto. Una nuova tecnologia, in fase di sviluppo, si avvale di un solvente a basso impatto ambientale per dissolvere gli scarti dei tessuti e generare fibre tessili simili al cotone per creare nuovi tessuti, senza perdita di qualità. Questo contribuisce a ridurre i rifiuti nelle discariche e lo spreco di risorse naturali.

Utilizzare gli scarti di produzione: una piattaforma virtuale per il riciclo degli scarti di produzione tessile. È in via di sviluppo una piattaforma globale online per raccogliere ed elaborare i dati sugli scarti di produzione, un filo diretto in tempo reale tra produttori e designer che consente di immettere questi scarti nel processo di produzione di nuovi capi. Il software raccoglie dati in tempo reale sull'inventario degli scarti correlati ai processi produttivi.

Tessuto dagli agrumi: creare nuovi tessuti dagli scarti di produzione delle spremute di agrumi. Il filato ottenuto può essere utilizzato per creare diversi tipi di tessuti e risponde alla domanda di materie tessili sostenibili di alta qualità.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza