cerca CERCA
Martedì 19 Ottobre 2021
Aggiornato: 15:28
Temi caldi

Nuovi raid sulla Striscia e lancio di razzi verso Israele. Netanyahu: "L'operazione militare va avanti"

24 agosto 2014 | 12.14
LETTURA: 2 minuti

Uccisi due palestinesi. Tre israeliani a bordo di un'auto feriti da colpi di mortaio. Nella notte missili dalla Siria e dal Libano. Il premier: "Avanti fino a quando i nostri obiettivi non saranno stati raggiunti". Teheran: "Abbattuto drone israeliano mentre sorvolava Natanz"

alternate text
(Infophoto)

Sono ripresi i raid contro la Striscia di Gaza, bombardamenti in cui due palestinesi sono rimasti uccisi e altri cinque feriti. Diversi edifici sia a Gaza che a Rafah sono stati pesantemente danneggiati.

Razzi sono arrivati in Israele anche dalla Striscia di Gaza dopo che cinque razzi provenienti dalla Siria e, poche ore prima, due dal Libano hanno colpito rispettivamente le Alture del Golan e la Galilea.

L'operazione militare di Israele contro la Striscia di Gaza potrebbe proseguire a settembre e comunque "fino a che i nostri obiettivi non saranno stati raggiunti", ha anticipato il premier Benjamin Netanyahu nel consiglio dei ministri riunito mentre tre israeliani a bordo di un'auto sono rimasti feriti da colpi di mortaio lanciati contro il valico di Erez, due dei quali gravemente. "Israele è pronta a condurre l'azione militare anche dopo l'inizio del nuovo anno scolastico (ai primi del prossimo mese, ndr)", ha spiegato il premier.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza