cerca CERCA
Giovedì 28 Gennaio 2021
Aggiornato: 11:42

Nuovo Dpcm, sindaco Sondrio: "Per noi stop turismo invernale è morire"

02 dicembre 2020 | 18.46
LETTURA: 1 minuti

alternate text
(Fotogramma)
Milano, 2 dic. (Adnkronos)

"La montagna è la nostra economia, il nostro sistema si basa su questo. Fermare gli impianti di risalita e tutta la filiera per noi sarebbe morire". Il sindaco di Sondrio, Marco Scaramellini, è molto preoccupato per la stagione invernale della Valtellina, soprattutto per le ricadute occupazionali "sui tanti lavoratori stagionali" che avrebbe una chiusura delle attività.

"Fermare gli impianti di risalita e non permettere di riattivare tutta la filiera - spiega all'Adnkronos - sarebbe un dramma per noi. Capisco che prima venga la salute, ma poi si vedono gli assembramenti nei centri commerciali in altre zone di Italia che non si comprendono... Probabilmente le nostre montagne sono troppo lontane da Roma. Ma la montagna non è solo lo sci", argomenta. "Ci sono i rifugi, le ciaspole, le passeggiate".

Insomma, "per noi conta, è vitale. Chiudere il turismo alpino in questo momento mi sembra eccessivo se apriamo i centri commerciali. Capisco che non sia facile, rispetto chi prende queste decisioni, ma mi sembra eccessivo chiudere tutto il settore alpino, bisognerebbe fare uno sforzo per trovare un compromesso e i ristori dello Stato sarebbero anche inferiori", conclude.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza