cerca CERCA
Domenica 20 Giugno 2021
Aggiornato: 20:20
Temi caldi

Nuovo Dpcm, Zaia: "Convinto che curva contagi non cambierà"

25 ottobre 2020 | 21.39
LETTURA: 1 minuti

alternate text
(Foto Fotogramma)

"Noi veneti non siamo irresponsabili, abbiamo subito un lockdown pesante e l'abbiamo rispettato. Gli operatori delle palestre e delle altre attività hanno fatto grandi investimenti, dire a una categoria ristretta che il problema sono loro... staremo a vedere se la curva del contagio cambia". Lo dice il governatore del Veneto, Luca Zaia, a Antenna3. "Sono convinto, con una punta di scetticismo -spiega- che la curva di contagi con le misure che si sono prese non avra' tutte queste modificazioni. Staremo a vedere". Il fatto è però che "molte di queste imprese rischieranno di non riaprire in più, c'è preoccupazione. Non abbiamo contezza di infezioni, di focolai nei ristoranti", che sono aperti, rimarca ancora il governatore perché rispettano tutte le norme anticovid.

"Se avessi dovuto scrivere io il Dpcm avrei puntato sugli assembramenti, perché sono i momenti di aggregazione senza distanziamento sociale che rischiano di diffondere il virus", ha poi aggiunto Zaia sottolineando che "di ascolto non ce n'è stato, di fatto il governo ha scelto questa strada da solo approvando il dpcm senza accogliere la minima modifica richiesta dalle regioni".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza