cerca CERCA
Venerdì 28 Gennaio 2022
Aggiornato: 21:01
Temi caldi

Ocean Viking sbarcherà a Pozzallo

29 ottobre 2019 | 12.03
LETTURA: 4 minuti

L'annuncio del Viminale. Francia e Germania accoglieranno 70 migranti. Il sindaco Ammatuna: "Undici giorni in mare sono troppi". Salvini: "Ennesima calata di braghe del governo"

alternate text
(Fotogramma)

Si sblocca lo stallo della Ocean Viking, da 11 giorni in mare in attesa di un porto sicuro. A bordo ci sono 104 persone, tra cui bambini piccoli. Con riguardo ai migranti che sono a bordo della nave, si è "conclusa la procedura di ricollocazione degli stessi in base al pre-accordo raggiunto nel corso del vertice di Malta" fa sapere il ministero dell'Interno in una nota sottolineando che "Francia e Germania, in particolare, accoglieranno 70 migranti. A questo punto è stato individuato in Pozzallo il porto di sbarco".

“Siamo molto sollevati e apprezziamo che Francia, Germania e Italia abbiano finalmente trovato una soluzione per i 104 naufraghi soccorsi a bordo della Ocean Viking, che sbarcheranno a Pozzallo, e per i 90 a bordo della Alan Kurdi - commenta in una nota Michael Fark, capomissione di Medici Senza Frontiere per Libia e Mediterraneo - Dopo giorni bloccati in mare e dopo aver sopportato condizioni orribili in Libia e nel corso del loro viaggio, finalmente queste persone verranno portate in salvo". "Questi stalli prolungati e disumani non devono continuare - sottolinea il capomissione - È inaccettabile bloccare le persone in mare per giorni o settimane mentre gli Stati europei discutono se e come adempiere ai loro obblighi umanitari e legali. Dispiace che solo tre Stati facciano parte di questa soluzione. Tutti gli Stati europei devono essere all'altezza dei loro principi. Questo significa - osserva - trovare un accordo sull'attuazione di un meccanismo di sbarco prevedibile e umano per tutte le persone soccorse in mare, in cui anche le responsabilità siano condivise, alleggerendo l'onere degli Stati costieri in prima linea”.

La Ocean Viking arriverà al porto di Pozzallo "tra stanotte e domani mattina - dice all'Adnkronos il sindaco di Pozzallo, Roberto Ammatuna - Non conosco l'orario esatto di attracco però so che è già in viaggio per Pozzallo e noi siamo qui ad accoglierla". Ma il sindaco non nasconde i dubbi sul tempo trascorso in mare prima dell'ok da parte del Viminale. "Si è aspettato troppo - dice ancora - Non conosco le motivazioni, ma si parla di ricollocazioni internazionali. Mi sembra, comunque, un tempo eccessivo".

"Si è parlato di svolta ma deve essere una svolta non solo formale anche sostanziale, non si può tenere una nave per undici giorni ferma in mare - spiega ancora il primo cittadino - Io stimo molto il ministro dell'Interno Lamorgese, vorrei che fosse chiaro, è un grande tecnico e con la burocrazia del Viminale ho sempre ottimi rapporti, però qualcosa deve essere messo a punto. Chiedo più coinvolgimento del territorio".

Da più parti è stata sollecitata una rapida soluzione alla vicenda ma sullo sbarco in Italia della Ocean Viking tuona Matteo Salvini che parla di “ennesima calata di braghe del governo italiano, ennesimo favore a una Ong (stavolta francese, su nave norvegese) che incoraggia gli scafisti a continuare i loro traffici. Dall’inizio del mese a oggi il governo tutto sbarchi, tasse e manette ha fatto registrare 1.854 arrivi di immigrati contro i 1.007 di tutto ottobre 2018, a settembre 2019 ben 2.498 sbarchi contro i 947 di settembre 2018”.

Intanto continuano i salvataggi in mare. "Ventiquattro ore di ricerca per trovarli, ora però sono in salvo a bordo della #OpenArms. Erano alla deriva, stavano per naufragare, con il gommone sgonfio e l'acqua che iniziava ad entrare. 15 persone, 6 uomini, 2 donne, 2 bimbi e 5 minori. Tutti in salvo" scrive Open Arms su Twitter.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza