cerca CERCA
Mercoledì 29 Settembre 2021
Aggiornato: 00:01
Temi caldi

Olanda: paladina austerity resta in affanno, pil ancora negativo

29 giugno 2014 | 15.05
LETTURA: 2 minuti

Olanda ancora in affanno, segno che la crescita non è al lumicino solo nei paesi della periferia della zona euro, dall'Italia alla Grecia, ma anche nell'Europa più virtuosa. Quinta economia di Eurolandia, al secondo posto in Ue per i benefici del suo welfare state, paladina dell'austerity, il paese è ancora in piena recessione nonostante vi siano segnali di miglioramento.

Lo dimostrano gli ultimi dati sul pil diffusi dall'Ufficio di statistica nazionale: nel primo trimestre ha segnato una contrazione dello 0,6% rispetto ai tre mesi precedenti, meglio delle prime stime (-1,4%), ma pur sempre in territorio negativo; su base annua resterà piatto, ma anche in questo caso la precedente previsione era peggiore, -0,5%. Eppure si tratta di cifre ben lontane dagli standard del Paese dei tulipani che, nonostante la crisi in atto, nel 2011 aveva segnato un incremento della crescita dell'1,7%.

A pesare sull'andamento di una dell'economie più dinamiche d'Europa, avamposto delle multinazionali Usa nel Vecchio Continente per le sue agevolazioni fiscali, è stato il crollo della domanda interna provocato dal forte indebitamento privato (tra i più alti in Europa), per la corsa all'acquisto di immobili innescata dai mutui 'facili' delle sue banche. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza