cerca CERCA
Domenica 04 Dicembre 2022
Aggiornato: 13:28
Temi caldi

Omicidio Raciti, legale Speziale: "Stato salute incompatibile con detenzione"

14 ottobre 2020 | 14.07
LETTURA: 1 minuti

Condannato per l'omicidio preterintenzionale dell'ispettore capo della polizia, sta espiando dal 14 novembre 2012 otto anni di reclusione e il fine pena, per questa sentenza, è previsto per il 15 dicembre di quest'anno

alternate text
Immagine di repertorio (Fotogramma)

Il presidente del Tribunale di Sorveglianza di Messina, a conclusione dell'udienza odierna, si è riservata la decisione sull'istanza di detenzione domiciliare presentata dall'avvocato Giuseppe Lipera nell'interesse di Antonino Speziale, condannato per l'omicidio preterintenzionale dell'ispettore capo della polizia Filippo Raciti, morto il 2 febbraio 2007 negli scontri tra forze dell'ordine e ultras rossazzurri durante il derby di calcio Catania-Palermo allo stadio Massimino.

Il legale ha depositato una perizia medica che indica la necessità di fornire a Speziale "un dispositivo C-Pap che impedisce il collasso delle vie aeree durante il sonno" e di essere sottoposto a un "intervento bariatrico" e che attesta "l'incompabilità della detenzione con il suo stato di salute".

Antonino Speziale sta espiando dal 14 novembre 2012 otto anni di reclusione e il fine pena, per questa sentenza, è previsto per il 15 dicembre di quest'anno.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza