cerca CERCA
Sabato 02 Luglio 2022
Aggiornato: 12:47
Temi caldi

Omicidio Regeni, Gentiloni: "Vogliamo la verità, piste improbabili offendono il Paese"

30 marzo 2016 | 07.59
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Paolo Gentiloni (Fotogramma) - FOTOGRAMMA

"La fermezza e la dignità dei genitori di Giulio Regeni sono davvero esemplari. Motivo in più per le istituzioni per insistere con coerenza e altrettanta fermezza. Sulle risposte egiziane sentiremo in primo luogo le valutazioni del procuratore Pignatone. Se non abbiamo risposte convincenti, compiremo i passi conseguenti". Il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, intervistato dal 'Corriere della Sera', risponde all'appello lanciato ieri da Paola e Claudio Regeni, che hanno chiesto una "forte risposta" del governo e dalle autorità del Cairo non venissero novità sostanziali.

Cosa vogliamo esattamente dal governo egiziano? "La verità, ossia l'individuazione dei responsabili - ha risposto il capo della diplomazia italiana - Ci si può arrivare da un lato esercitando una pressione politico diplomatica costante, cosa che abbiamo fatto e stiamo facendo e che costituisce un deterrente contro verità di comodo, dall’altro con una collaborazione investigativa. Quest’ultima a nostro avviso deve fare un salto di qualità, perché anzitutto non sono stati consegnati tutti i documenti e materiali che abbiamo richiesto. Inoltre occorre poter svolgere almeno una parte delle indagini insieme".

Gentiloni ha quindi precisato che "la collaborazione non può essere solo formale. Lo stillicidio di piste improbabili moltiplica il dolore della famiglia e offende il Paese intero". Il titolare della Farnesina ha quindi sottolineato che "se la collaborazione diventa sostanziale, ci sono le condizioni per avanzare sulla strada della verità. La visita degli investigatori egiziani a Roma, prevista per il 5 aprile ma non ancora confermata, potrebbe essere l'occasione per un cambio di marcia. È chiaro che ogni decisione si può prendere in una fase successiva, se si verificasse che non ci sono margini per una cooperazione efficace".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza