cerca CERCA
Giovedì 28 Gennaio 2021
Aggiornato: 17:24

Omicidio Sacchi, "astio di Anastasiya verso famiglia Luca"

16 dicembre 2019 | 18.43
LETTURA: 2 minuti

E' quanto emerge dalla nuova informativa dei Carabinieri depositata oggi al Tribunale del Riesame, e in particolare da un'intercettazione del 3 novembre scorso tra la fidanzata del giovane ucciso e un'amica

alternate text
(Fotogramma)
Roma, 16 dic. (Adnkronos) -

I rapporti tra la famiglia di Luca Sacchi e la fidanzata Anastasiya erano degenerati. E’ quanto emerge dalla nuova informativa dei Carabinieri depositata oggi al Tribunale del Riesame, e in particolare da un’intercettazione del 3 novembre scorso tra Anastasiya e un’amica. "La conversazione - come si legge - di nessun interesse per le indagini evidenzia i degenerati rapporti tra Anastasiya e la famiglia Sacchi. Verosimilmente peggiorati ulteriormente dopo la morte di Luca Sacchi".

L’amica le chiede "Stai dalla famiglia di lui?" e Anastasiya risponde: "No, no, io ho scritto al fratello tutti questi giorni, non mi ha mai risposto". "Nella lunga conversazione - si legge nell’informativa - appare evidente che Anastasiya prova un forte astio verso tutti i familiari di Luca". "Poi quella c’ha una famiglia piena di calabresi ignoranti, non si sa da dove vengono (…) La madre di Luca non ha mai lavorato, non ha mai fatto nulla". Nella conversazione con l’amica, Anastasiya, riferendosi al ristorante della famiglia Sacchi, aggiunge: "So’ tutte carucce…comunque tutti carini, pure il padre de Luca è carino…lei è ‘na cozza, ‘na botte, do’ cazzo va".  

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza