cerca CERCA
Venerdì 27 Gennaio 2023
Aggiornato: 00:07
Temi caldi

omofobia.xml

16 maggio 2014 | 17.53
LETTURA: 4 minuti

Il richiamo del capo dello Stato alla vigilia dell’ottava giornata internazionale contro la discriminazione di omosessuali e transessuali. Boldrini incontra le aziende che aderiscono che hanno adottano una politica di valorizzazione nei confronti degli omosessuali. L’ex parlamentare di Rifondazione: “Da Renzi solo annunci, la legge non c’è e il tema dei diritti è scomparso dall’agenda politica”

alternate text

Alla vigilia dell’ottava giornata internazionale contro l’omofobia si riapre il dibattito politico sui diritti di gay lesbiche e trans in Italia.

”Promuovere inclusione e rispetto” - Il richiamo a promuovere “una cultura dell’inclusione e del rispetto di ogni differenza con iniziative adeguate e idonee nella famiglia, nella scuola, nelle varie realtà sociali ed in ogni forma di comunicazione”, arriva dalla voce più autorevole, quella del Presidente della Repubblica. In un telegramma inviato al sottosegretario ai Rapporti con il Parlamento Ivan Scalfarotto, Napolitano ricorda i “tragici episodi di rinuncia alla vita da parte di giovani umiliati e offesi” ed esprime tutta la sua “vicinanza a quanti sono vittime di aggressioni e di atti di discriminazione, più o meno latente, basata sull’orientamento sessuale”.

“Il Senato approvi la legge” - Un messaggio accolto con gratitudine da Scalfarotto che sottolinea come sia ora “assolutamente indispensabile che il Senato approvi senza ulteriori indugi il disegno di legge a contrasto dell’omofobia e della transfobia approvato già a settembre dalla Camera”.

“Una democrazia è più forte quando c’è meno discriminazione” - La presidente della Camera Laura Boldrini ha deciso di celebrare la giornata mondiale contro l’omofobia e la transfobia, parlando di lavoro e inclusione e incontrando le aziende che aderiscono all’associazione Parks e che hanno posto in essere una politica di valorizzazione nei confronti delle persone Glbt. “Ho lavorato per anni - ha detto - nel campo della protezione dei rifugiati. Una democrazia è più forte quando c’è meno discriminazione. E’ nell’interesse delle istituzioni rafforzare la democrazia. Dopo la partecipazione al Pride nazionale di Palermo del marzo scorso è molto bello incontrare le aziende di Parks. A volte, voi aziende siete un faro per la politica”. “Ricevo - ha aggiunto - centinaia di mail da parte di giovani che non hanno la forza e il coraggio di manifestare ai genitori la propria diversità, il proprio orientamento sessuale. Il tempo per una legge contro l’omofobia è ampiamente scaduto e lo dico senza entrare nelle vicende del Senato. Voi aziende avete riempito un vuoto che la politica non è stata in grado di colmare. La diversità e un fattore arricchente e non è possibile che la nostra società sia così impaurita da tutto ciò che non è uguale. L’Italia non può far rimanere i diritti in una posizione non centrale”.

“Gay e lesbiche non andranno a votare” - Ma da parte della comunità omosessuale c’è delusione nei riguardi di una politica che non si occupa di loro. A denunciarlo all’Adnkronos è Vladimir Luxuria, scrittrice e attivista per i diritti umani. “C’è una forte disaffezione: tantissimi gay e lesbiche non andranno a votare alle europee. Non ci sono candidature forti nel mondo omosessuale - spiega l’ex parlamentare di Rifondazione - tranne quella di Alessandro Cecchi Paone in Forza Italia, paradossalmente un partito che ha sempre avversato una nuova legge sulle unioni gay: più che alla frutta siamo all’amaro”. Luxuria ne ha anche per l’inquilino di Palazzo Chigi: “Il premier Matteo Renzi - dice - deve essere più pratico. A me le annunciatrici piacciono in tv. Ma in politica si devono mantenere le promesse fatte in campagna elettorale, ovvero varare finalmente una legge contro l’omofobia e per le unioni civili, come in Germania. Oltralpe - fa notare - François Hollande l’ha fatto e pure Barack Obama negli Stati Uniti: questa è la differenza, drammatica, tra noi e gli altri”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza